AVEZZANO – Aumento pedaggi autostradali, il neo ministro Toninelli cambia totalmente linea e comunica ai sindaci abruzzesi e laziali di volerli incontrare e con loro trovare subito una soluzione definitiva al problema. Un cambio di rotta importante che ha subito convinto i primi cittadini che hanno formato il comitato, ad annullare immediatamente la protesta già fissata per domani proprio davanti al Ministero dei trasporti. L’appuntamento è per il 5 luglio prossimo. Questa la nota diffusa dal Comitato dei Sindaci Abruzzesi e Laziali (eccetto il sindaco di Avezzano).

«I Sindaci di Lazio e Abruzzo impegnati nella protesta contro i rincari dei pedaggi autostradali, rendono noto che nella giornata odierna, hanno ricevuto riscontro alla comunicazione inviata in data 21.06.2018 al Ministero dei Trasporti, con due note una a firma dello stesso Ministro, Sen. Danilo Toninelli e l’altra del Direttore Generale del Ministero, Dott. Vincenzo Cinelli.

In queste note viene ribadita la volontà di trovare una soluzione definitiva al problema che ci vede impegnati in prima linea da mesi e, contemporaneamente, dal ministro ci viene proposto un incontro da tenersi presso la sede del MIT in data 05.07.2018 alle ore 11. A detto incontro parteciperà una delegazione composta da sei sindaci, tre Laziali e tre Abruzzesi che, in rappresentanza di tutto il
comitato dei Sindaci, reitererà le richieste già sottoposte al Ministero e volte a tutelare gli interessi
dei cittadini e dei nostri territori.

Nel valutare positivamente la disponibilità manifestata nelle suddette note, i Sindaci decidono di “sospendere” la manifestazione programmata per il giorno 27.06.2018, riservandosi all’esito dell’incontro del 5 luglio di riprendere l’attività di protesta e le azioni legali qualora le istanze proposte non dovessero essere accolte. I Sindaci, sin da ora, si danno appuntamento a Carsoli il giorno 03.07.2018, presso la sede del Comune, per programmare l’incontro che si terrà il giorno 05.07.2018».

C’è da augurarsi che si trovi in quella sede subito la quadra a questo problema che annualmente si ripropone a tutto il territorio attraversato dalle autostrade A24 e A25. Proponiamo al Comitato di portare, nel terzetto dei sindaci che incontreranno il ministro, quelli che più di tutti hanno animato questa protesta giunta ora ad un passo da una probabile felice e positiva conclusione, e non chi, magari, ora vorrebbe solo porre la solita inutile e mortificante bandierina.

P.L.P.