AVEZZANO – Importante vittoria per la Marsica che si è aggiudicata la medaglia d’oro e quella d’argento al Best Italian Beer 2018.
Stiamo parlando di un concorso rivolto a tutti i produttori di Birra Artigianale Italiana, con l’obiettivo di selezionare le migliori produzioni, patrocinato dal Ministero dell’Agricoltura e organizzato da FederBirra, la Federazione Italiana Birra Artigianale.

Giunti alla quarta edizione, pochi giorni fa, la giuria, dopo aver suddiviso le birre per categorie di prodotto, ha stilato una classifica delle tre migliori birre per ognuna delle 44 categorie individuate dal bando: Luppolo d’Oro, Luppolo d’Argento e Luppolo di Bronzo.
A spiccare tra tutti è stato il birrificio Fermento Marso che ha conquistato sia il Luppolo d’Oro che quello d’Argento.

Il primo è stato conquistato nella categoria Ordinary Bitter con la Cask Ale, il secondo nella categoria Robust Porter con la Londinium.

«Questo risultato ci rende orgogliosi del lavoro che abbiamo fatto. Siamo soddisfatti perché le birre premiate sono quelle che maggiormente possono essere considerate il manifesto della nostra idea di fare birra – spiega il birraio marsicano Stefano Venturini – questo però, è solo il primo gradino di una scala da salire. Ci impegneremo per fare ancora meglio il prossimo anno, augurandoci che il nostro lavoro dia prestigio al territorio in cui lavoriamo e viviamo, portando maggiore visibilità alla Marsica e a Tagliacozzo».

Un doppio riconoscimento molto importante per questo birrificio che partecipa al concorso per la prima volta visto che ha da poco spento la sua prima candelina. Accanto al premio generale di categoria vi è quello assoluto della Spiga D’Oro il Best Beer of the Years 2018, che quest’anno è andato al Birrificio Soralamà con la Slurp. Nella speranza che la Marsica riesca l’anno prossimo ad aggiudicarsi anche questo titolo.