MAGLIANO DEI MARSI- E’ davvero tutto pronto per l’inizio ufficiale di uno dei giochi popolari più antichi della Marsica: il gioco del Cacio. Questo antico gioco, che è attestato nelle fonti archivistiche sin dal ‘700 e che è sopravvissuto alle conseguenze del terribile terremoto del 13 gennaio del 1915, si svolge dal giorno dell’Epifania (6 gennaio) sino al giorno di Carnevale, che quest’anno capiterà il 5 di marzo.

Alle quotidiane partite del gioco del cacio che si svolgono quotidianamente, si aggiunge il “caciotorneo” una vera e propria competizione a gironi. Giunta alla sua XL edizione – quarantesima- tale evento della tradizione popolare maglianese è sapientemente organizzata dalla Pro Loco Di Magliano dei Marsi con il prezioso patrocinio del comune di Magliano e della Fondazione Cassa Di Risparmio dell’Aquila.

L’edizione del caciotorneo di quest’anno è stato dedicato alla memoria del compianto Antonio Musicanti e si snoderà lungo il cuore antico di Magliano ovvero in via Petronilla Paolini, meglio conosciuta come il giro di Tornoterra. Saranno 17 le squadre che si affronteranno in questo gioco tradizionale, ed ogni squadra prenderà il nome di un fiore: margherita, dalla, rosa, mammola, zafferano, soffioni, petunia, girasole, rosa canina, camelia, tulipano, stella alpina, papavero, violetta, iris, mimosa e genziana.

Nei prossimi articoli vi racconteremo alcuni aneddoti su tale gioco, la terminologia e come realmente si gioca a cacio.