AVEZZANO – “Frozen Weekly Market”, è scontro fra la Cidec, una delle organizzazioni dei commercianti ambulanti, e l’assessore comunale Renata Silvagni. Terreno dello scontro è l’ultima versione del mercato settimanale, quella del 5 gennaio scorso, primo appuntamento dell’anno, con i banchi immersi nella neve e lasciati al gelo.

Roberta Masci

L’assessore ha provato a dire che tutto era andato bene ed era proceduto per il meglio e che i disagi per la neve tutto sommato potevano considerarsi “lievi”. Affermazioni che hanno trovato persino qualche canto di coro subito pronto a sostenerla. Ma è partito subito anche il controcanto, ovvero la testimonianza di Roberta Masci, segretaria del Cidec di Avezzano, che ribatte seccata all’assessore Silvagni: «La situazione del mercato d sabato 5 gennaio scorso – esordisce la Masci – era tutt’altro che “lieve” come affermato dalla assessore Renata Silvagni in alcune interviste. A dimostrarlo ci sono

Renata Silvagni
Luigia Francesconi

innanzitutto le centinaia di foto pubblicate proprio dai commercianti. L’assessore Silvagni non si trovava al mercato sabato scorso e quanto da lei affermato e riportato non corrisponde assolutamente a verità. Le strade Via Filippo Carusi e Via Nicola Fabrizi – conclude Roberta Masci – erano impraticabili come ha potuto constatare la consigliera Luigia Francesconi che, al contrario, era presente sabato mattina la mercato».

Una nuova puntata di questa vicenda che, arrivata a questo punto, meriterebbe una conclusione fatta soprattutto di chiarezza. Il sindaco ed i suoi assessori abbaio il coraggio di dire che il mercato settimanale di Avezzano è stato definitivamente spostato nella zona nord. Tropici o Polo nord, nulla muterà nonostante la richiesta, con tanto di piano sicurezza allegato, di procedere a quattro sabati di sperimentazione nella zona attorno a via Mazzini. Ma si sa, il dado è tratto e, come sempre, questa amministrazione non è disposta ad arretrare di un millimetro rispetto alle richieste ed alle obiezioni dei cittadini. Bisogna… fidarsi!.