GLI STUDENTI DELL'”ARGOLI” DI TAGLIACOZZO GESTIRANNO L’UFFICIO TURISMO DI CELANO

di Roberta Placida

CELANO – È un comune vivace e attivo dal punto di vista culturale e sociale il Comune di Celano che ha dato il via a due momenti importanti per lo sviluppo e la qualificazione e riqualificazione del territorio. Il primo è un esempio di sinergia tra il Comune e l’Istituto Tecnico Economico per il Turismo “A. Argoli” di Tagliacozzo. Le due istituzioni, infatti hanno stipulato un progetto di collaborazione, una convenzione di tirocinio di formazione ed orientamento che ha al centro la promozione del turismo e persegue un duplice obiettivo: consolidare e rafforzare l’attività fino ad oggi svolta dall’Ufficio turistico di Celano e agevolare le scelte professionali, mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro nell’ambito dei processi formativi.

CELANO Toni Di Renzo

Il nostro territorio è ricco di storia e di attrazioni naturali e paesaggistiche, quindi quello del turismo è «un settore di primaria importanza sul quale vogliamo assolutamente investire, – dice il consigliere delegato al Turismo Toni Di Renzo – che necessita di figure giuste del settore che siano da guida per chi viene a visitare Celano e che aumentino qualitativamente il servizio offerto, sia a livello di comunicazione che di strumenti strutturali. Per questo ritengo che il progetto avviato con l’istituto “A. Argoli” di Tagliacozzo, sia senz’altro da accogliere con soddisfazione, perché offre tra le altre cose agli studenti la possibilità di mettere in pratica quello che è il loro percorso di studi. Il periodo di stage durerà fino al prossimo 31 agosto, con l’obiettivo, qualora il medesimo dia risultati soddisfacenti come ci auguriamo, di prolungare nel tempo questo tipo di collaborazione».

«L’attività di formazione –  si legge nel comunicato del Comune di Celano – così come previsto nell’accordo, nel segno della continuità del servizio offerto ai visitatori, riguarderà, appunto, l’organizzazione dell’ufficio Turistico, la sua gestione, la creazione di nuovi itinerari, l’accompagnamento turistico e la cura della comunicazione, da quella linguistica, a quella cartacea e interattiva».

Gli studenti stagisti dell’Istituto Argoli, che saranno supportati e coadiuvati da un tutor comunale e nella programmazione e promozione dallo stesso Toni Di Renzo, e dai referenti scolastici prof.ssa Antonella Di Cintio, prof.ssa Claudia Sansone e prof. Roberto D’Agostino, avranno l’opportunità di confrontarsi con un’attività formativa e lavorativa di notevole importanza. Essi avranno, inoltre, l’occasione di mettere in pratica le loro competenze turistiche incluse quelle economico-giuridico e linguistiche. Potrà essere una opportunità di crescita umana e culturale per i giovani stagisti dell’Istituto “Argoli” di Tagliacozzo ai quali auguriamo di aggiungere, a seguito di questa esperienza, nuovo entusiasmo ai loro studi.
Il secondo momento è ancora la firma di una convenzione stipulata e sottoscritta in forma digitale sempre dal Sindaco Santilli, ma, questa volta, con la Presidenza del Consiglio per la riqualificazione del quartiere stazione, convenzione che rientra nel piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate.

«Il primo atto della convenzione – spiega il consigliere Barbara Marianetti – fu stipulato dal Sindaco a Brescia lo scorso mese di novembre. Ora con l’ufficialità del nuovo atto stipulato tra il Comune di Celano e la Presidenza del Consiglio entra nel vivo e si avvia a definizione il finanziamento per riqualificare le aree urbane degradate. Il bando risale al 2015 e vi partecipammo appena dopo il nostro insediamento. Superata la prima fase di scetticismo, in pochi ritenevano che Celano avrebbe ottenuto il finanziamento, lavorando con basso profilo e senza clamori abbiamo raccolto un risultato prestigioso per la nostra Città. Il nostro progetto si è collocato ai primissimi posti della graduatoria dei progetti presentati e finanziabili. Un piazzamento che è valso un finanziamento di 2 milioni di euro ai quali si aggiungerà un ulteriore milione che sarà a carico del Comune».

La convenzione appena sottoscritta in forma digitale si compone di 16 articoli che regolamentano e disciplinano l’oggetto stesso dell’accordo e che non ammettono deroghe. Il Comune è tenuto a trasmettere, entro 60 giorni in cui la Corte dei Conti dalla presente Convenzione rilascerà il nulla osta, le delibere di approvazione dei progetti definitivi o esecutivi degli interventi e a rispettare un preciso cronoprogramma che terminerà a fine 2019, come termine ultimo di completamento dei lavori.

Gli interventi derivanti dal finanziamento riguarderanno il quartiere Stazione: l’area sportiva dietro la chiesa del Sacro Cuore; la ristrutturazione della scuola in piazza Vaschette; la ristrutturazione del Nido in via della Sanità, con annessi parco giochi e servizi per il settore sociale; la realizzazione di un centro antiviolenza nell’attuale struttura comunale in via Tribuna; la riqualificazione e messa in sicurezza di via Muricelle e via Stazione. Un progetto ambizioso, dunque, che però ha trovato la piena fiducia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, segno che, a volte, sognare in grande non solo si può, ma può far rischiare di veder realizzati i propri sogni.

Annunci