I RAGAZZI DELL’ARTISTICO “BELLISARIO” DI AVEZZANO A LEZIONE DI IMPRESA DAL NOTO SARTO LORENZO FARICELLI

AVEZZANO – A lezione di impresa e di realtà e ad ascoltare come si fa aidearee portare avanti una idea di successo. Si è conclusa in questui giorni la sessione di due giornate formative dedicate da Confartigianato Imprese Avezzano agli studenti del Liceo Artistico “V. Bellisario” di Avezzano per l’Alternanza Scuola Lavoro. Giornate nelle quali i ragazzi sono entrati a contato con chi impresa ora la fa e che ha iniziato dal basso. Particolarmente interessante e seguito è stato l’incontro con il noto sarto originario di Avezzano, ma ormai conosciuto a livello internazionale, Lorenzo Faricelli.

«I ragazzi hanno partecipato con interesse agli incontri/dibattito da cui hanno tratto lo spunto per lanciarsi ad un confronto reale con il mondo dell’impresa a cominciare dalla conoscenza delle strutture di supporto come la nostra. Confartigianato Imprese Avezzano è oggi una realtà che punta a mettere in evidenza ed incentivare il valore artigiano delle imprese italiane dove c’è ricchezza di competenze antiche da trasmettere  – si legge in una nota dell’associazione – che si fondono con competenze nuove richieste dalla rapida innovazione tecnologica. È quindi fondamentale, per i ragazzi confrontarsi fin dai banchi di scuola con il mondo del lavoro e dell’impresa, per coglierne le opportunità e predisporsi ad affrontare le sfide del futuro. Ringraziamo il giovane e brillante Sarto, Lorenzo Faricelli, titolare del Laboratorio Artigianale di Sartoria di Alta Moda “Sartoria Faricelli” di Avezzano – prosegue la nota – , che ha apportato un contributo significativo, raccontando ai ragazzi la sua storia, le sua esperienza ed i suoi importanti riconoscimenti nazionali ed internazionali. Confartigianato Imprese Avezzano è a disposizione di tutti quei giovani – conclude l’associazione – che vogliono conoscere il mondo delle imprese e scoprire le tante realtà italiane che rappresentano eccellenze in tutto il mondo».

Una iniziativa assolutamente da incentivare, soprattutto dal lato scuole, affinché si riesca finalmente a creare quella cinghia di trasmissione fra scuola e mondo del lavoro che può solo portare grandissimi benefici a questo territorio, creando i necessari presupposti per lo sviluppo di un tessuto imprenditoriale e lavorativo locale di alto livello e aperto ad ogni sbocco e all’innovazione. Insomma, la libertà, l’autonomia e la ricchezza.