AL VIA LE CELEBRAZIONI PER LA SOLENNE FESTA DEL VOLTO SANTO A TAGLIACOZZO

di Americo Tangredi

TAGLIACOZZO – È carico di eventi culturali, religiosi ed istituzionali il programma 2018 per le celebrazioni in onore del Volto Santo nella municipalità di Tagliacozzo.

Quella del Volto Santo è una festa secolare ed è tutt’ora molto sentita dalla popolazione che si svolge il sabato e la domenica successiva alla solennità della Santa Pasqua. E’ una celebrazione molto antica, la si fa risalire tra il XVII ed il XVIII secolo (1600-1700) quando un principe di casa Colonna (antica e storica casata patrizia romana) e duca di Tagliacozzo donò “all’Università” (erano gli antichi comuni dell’Italia meridionale, chiamati così da Carlo I D’Angiò ovvero “unione dei cittadini”) un quadro raffigurante l’immagine del Cristo sofferente impresso sul velo della Veronica. «Molte le novità – riferisce il comunicato – che l’amministrazione Giovagnorio ha voluto introdurre, nel rispetto delle movenze fondamentali della tradizione».

Le celebrazioni iniziano oggi 6 aprile, alle ore 17, presso le scuderie dell’antico palazzo ducale nella quale verrà esposta una mostra d’arte contemporanea dal titolo “Visione e forma” di due artisti marsicani Rodolfo Angelosante e Gabriele Altobelli. Sempre nella giornata odierna, alle ore 18;30, presso la chiesa della SS. Ma Annunziata ci sarà la proiezione di un film-documentario; “Il volto ritrovato di Cristo” dei registi Rai Anna Cavassini e Fabrizio Franceschelli dell’associazione di Chieti “Territori-link”.

Le celebrazioni continuano sabato 7, quando alle ore 12 presso la sala consiliare ci sarà la solenne consegna delle cittadinanze onorifiche e delle benemerenze civiche. Il sindaco Vincenzo Giovagnorio consegnerà le cittadinanze onorifiche al Generale di divisone dell’arma dei carabinieri Umberto Rocca (medaglia d’oro al valor militare), al Padre Nicolino Petrone (dell’ordine dei frati minori convenutali, per una pubblicazione su Tommaso da Celano), al professor Angelo Guido Sabatini (docente di filosofia della politica presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” e presso l’Università degli studi di Roma “Tor Vergata” per le sue numerose promozioni ed attività culturali nella città di Tagliacozzo) e all’architetto Domenico Colasanti (per i suoi meriti culturali e scientifici nella ricerca storica e per le numerose pubblicazioni sul comune di Tagliacozzo). Le attestazioni di benemerenza andranno ad Ennio Tabacco (proprietario di una delle più antiche gioiellerie d’Abruzzo) ed al Nucleo Operativo di Protezione civile del paese. Alle ore 17 ci sarà, presso la chiesa madre dei Santi Cosma e Damiano la consegna del Volto Santo al Sindaco e l’esposizione in chiesa. Ricordiamo che il quadro del Volto Santo, pur di proprietà della municipalità di Tagliacozzo e custodito dalle monache del paese. Quest’anno ci sarà anche il suono innovatore di sette “Chiarine”, antiche trombe che suonavano durante le feste laiche; le si possono ascoltare anche ad Assisi, Firenze, Roma, Napoli e Cava Dè Tirreni. Nella serata di sabato ci sarà un concerto di musica classica, nel teatro Talia, diretto dal maestro e professore Luigi Poggiogalli in onore del Volto Santo.

La giornata di domenica segna il momento più importante della festività: alle ore 10;30 ci sarà la solenne messa pontificale presieduta dal vescovo Armando Dini (ex vescovo di Avezzano). Seguirà la processione presso la piazza dell’Obelisco dove Don Bruno Innocenzi, parroco di Tagliacozzo, dopo l’omelia impartirà la solenne benedizione sul popolo. Nel momento della benedizione, la fontana dell’Obelisco schizzerà oltremisura mentre i bambini elevano al cielo le uova di pasqua, le colombine ed i cavallucci (dolci tipici preparati dalle suore di Tagliacozzo). La festa si concluderà dopo la celebrazione dei vespri e la riconsegna dell’immagine sacra alle suore, che la custodiscono.

Nei giorni di festa è garantita la sicurezza grazie all’intesa tra gli uffici dei vigili urbani, l’ufficio tecnico e la questura. “Di te ha detto il mio cuore: Cercate il suo volto; il tuo volto, Signore, io cerco. Non nascondermi il tuo volto” (Salmo 26)