CASTELLO DI DE ANGELIS CHIUSO. IL CAPO DI GABINETTO PACIOTTI MINIMIZZA E DÀ LA COLPA AL… MAGGIORDOMO

di Pierluigi Palladini

AVEZZANO – Castello Orsini chiuso per i dipendenti del Comune di Avezzano che dovevano tenere l’assemblea, inusuale ed irrituale risposta del Capo di Gabinetto, e dirigente comunale, dottor Claudio Paciotti.

Come preannunciato ieri, non pubblichiamo questa lettera perché non contiene alcune scuse, nel senso di scusarsi con qualcuno, ma scuse, nel senso di affermazioni pretestuose.

Paciotti parla di “leggero ritardo”. Non è vero perché la riunione sindacale, preannunciata e richiesta nei tempi e nelle forme previste, era per le 10. Al Castello Orsini a quell’ora non c’era nulla, era tutto chiuso e si è visto qualcuno dopo un’ora quando sono salite le polemiche e il rischio di fare una figurina di quelle da annuario comunale.

Paciotti parla di “disguido” dovuto all’assenza del custode del Castello che purtroppo quella mattina ha comunicato la sua malattia. A parte che ribadiamo a Paciotti di evitare di dare al colpa ad altri, facciamo due esempi ed una considerazione. Ma se il 6 al Castello Orsini ci doveva essere un concerto della Filarmonica di Vienna, oppure un incontro con un ministro, che faceva, li lasciava tutti un’ora ad aspettare che si trovasse… l’usciere? La riunione si sapeva, il custode avrà comunicato la malattia alle 8 massimo le 8,30, a meno che non abbia avuto un’improvvisa dissenteria alle 9,55, e sicuramente a questo punto sarà così, e quindi si avevano due ore per trovare un vigile e un usciere per aprire il Castello Orsini in orario e farlo trovare pronto ai lavoratori per lo svolgimento dell’assemblea.

Paciotti parla di dispiacere per “dover prendere atto che tale episodio sia stato strumentalizzato dai soliti noti”. Noi a questo punto abbiamo chiamato il dottor Paciotti e gli abbiamo chiesto di scrivere più chiaramente chi fossero “i soliti noti”. Il dottor Paciotti, raggiunto da noi telefonicamente, ci ha detto: «Ovviamente non è riferito alla stampa, ci mancherebbe. Mi riferisco ai soliti dipendenti comunali». A quel punto lo abbiamo invitato a comunicare questa precisazione attraverso il portavoce del Sindaco Appetiti o altro comunicatore ufficiale del Comune di Avezzano in forma scritta. Abbiamo atteso ma non abbiamo avuto nessuna nota scritta. Se arriverà quella sì che la pubblicheremo.

Infine qualche domanda. Ma il dottor Paciotti è Capo di Gabinetto e Dirigente comunale. Perché risponde ad una tematica politica? Perché riceve lui i sindacati? Perché si affretta a dare spiegazioni su cose che in realtà attengono più al Sindaco e alla Giunta?

Annunci