ASSEMBLEA DIPENDENTI COMUNE DI AVEZZANO. IRONIA DELLA RSU SUL CASTELLO ORSINI RIMASTO CHIUSO

di Pierluigi Palladini

AVEZZANO – Non abbiamo proprio potuto resistere. Lo giuriamo al Sindaco di Avezzano, non le andiamo a ricercare noi, ci sbattono veramente in faccia. Parliamo delle notizie curiose e ironiche riguardanti il Comune che amministra. Questa volta in senso stretto. Ovvero proprio degli uffici comunali.

Aggirandoci per alcuni servizi, non per spiare ma per le nostre necessità di cittadini, l’occhio non ha potuto far altro che cadere sull’avviso affisso dalla Rsu in relazione alla nuova convocazione dell’Assemblea dei dipendenti. La volta scorsa, il 6 aprile, come noto, la riunione sindacale non poté tenersi perché il Castello Orsini/De Angelis rimase chiuso.

Epidemia degli uscieri e custodi, versione ufficiale del Palazzo, altro, versione non ufficiale di altri. Sta di fatto che Rsu e sindacati, hanno chiesto nuovamente l’assemblea dei dipendenti che è stata fissata per il 16 aprile, dalle ore 12, al Castello Orsini.

La Rsu, quindi, ha scritto tutto, ordine del giorno, partecipanti, modalità di partecipazione, registrazione dell’orario di entrata, ma ha aggiunto anche una avvertenza, ovvero che tutto si svolgerà «…Sempre se ci aprono il castello…».

Una bella ironia, garbata, efficace ma allo stesso tempo preoccupante e preoccupata. Siamo dell’idea che stavolta non accadrà nulla, che non ci saranno epidemie e dissenterie improvvise e soprattutto che non si frapporranno ulteriori impedimenti. Ad ogni buon conto noi di Marsicaweb, adempiendo in pieno ai doveri dei giornalisti guardiani della libertà e della democrazia, saremo lì a vedere per poi riferire. Speriamo con tutto il cuore che non ci si debba munire di un… fabbro.