SCRITTA OFFENSIVA DI FORZA NUOVA CONTRO I PARTIGIANI E L’ANPI ALL’OSPEDALE DI AVEZZANO

LIBERAZIONE Lo striscione neofascista all'ospedale di Avezzano

di Pierluigi Palladini

AVEZZANO – Non poteva di certo mancare, e infatti anche in questo 25 aprile c’è stato chi si è distinto. A farlo notare sono il centro Giuridico del Cittadino e LeU di Avezzano che hanno denunciato e portato all’attenzione dell’amministrazione comunale di Avezzano, nonché delle forze dell’ordine, uno striscione offensivo nei confronti della Resistenza, della Liberazione, dei Partigiani, morti e vivi, della Costituzione Italiana. La sigla, ovviamente, F.N., ovvero forza Nuova.

«Signor Sindaco, Signor Comandante, – scrive l’ANPI marsica in una nota rivolta al Sindaco di Avezzano e al capo della Polizia Locale – oggi 25 Aprile 2018 nei parcheggi dell’ospedale di Avezzano è stato affisso uno striscione offensivo nei confronti dell’ANPI, proprio il giorno della Festa della Liberazione che dovrebbe essere festa unitaria della nostra Italia, concentrata sui ricordi, sui valori, sul presente e sul futuro, libero e democratico, della nostra comunità nazionale. Lo striscione è siglato FN, riferibile presumibilmente a Forza Nuova, partito politico italiano nazionalista, di estrema destra e di ispirazione neofascista.  L’Anpi Marsica ha dato vita e partecipato in questo 25 aprile nella Marsica a molte manifestazioni tutte imperniate sui valori della Resistenza, sulla Liberazione nazionale, sull’antifascismo e sulla piena attuazione della libertà, della democrazia e della Costituzione italiana. La partecipazione massiccia delle nostre popolazioni locali è già una risposta ferma al vergognoso striscione e alle offese in esso contenute. Siamo certi che il Sindaco di Avezzano e il Comandante della Polizia locale,   nel pieno rispetto dei valori promossi nella festa nazionale del 25 aprile,  provvederanno a far rimuovere tale striscione per l’offesa arrecata non solo all’Anpi, ma all’intera comunità, libera e democratica della Città di Avezzano. Certi della sensibilità e dell’attenzione. Distinti saluti. Il Segretario Augusto Di Bastiano e il Presidente Giovanni D’Amico».

Mario Casale, per LeU, così scrive: «Nel parcheggio dell’ospedale di Avezzano oggi è apparsa una scritta offensiva nei confronti dell’Anpi: abbiamo chiesto alle autorità di far rimuovere immediatamente la scritta e di invitare le forze democratiche e antifasciste a isolare e condannare un gesto inqualificabile, frutto di incultura e barbarie. Abbiamo inoltre dato mandato ai nostri legali per procedere contro la sigla Fn. La Resistenza è a base della nostra Costituzione, a difesa di diritti e di doveri e per la convivenza civile. La scitta di quella sigla viola i principi fondanti della Costituzione e pertanto deve essere perseguita».

Un episodio orrendo, da condannare e soprattutto da perseguire a stretto rigor di legge anche per far capire che certe norme sono sempre valide, applicabili e applicate.