CRISI COMUNALE. BOCCIA E VERDECCHIA: «DOPO QUELLA BILANCIO, RIPRISTINARE SUBITO LE ALTRE COMMISSIONI. LA CITTÀ È SPENTA»

AVEZZANO Il Presidente Boccia e uno dei vice Verdecchia

AVEZZANO – Ripristinare immediatamente tutte le commissioni comuanli per far ripartire la città ormai spenta. Questo l’appello, che ha più il tono dell’aut-aut, a dire il vero, dei consiglieri comunali della coalizione Di Pangrazio, indirizzato al primo cttadino all’indomani della seduta della stessa commissione nella quale sono stati bocciati passaggi fondamentali come il riconoscimento dei debiti fuori bilancio. I Cconsiglieri della maggiorazna-opposizione, inoltre, si dicono pienamente soddisfatti per l’elezione dei colleghi Boccia e Verdecchia quali presidente  vice della stessa commissione bilancio.

«Piena soddisfazione per l’elezione dei consiglieri della nostra coalizione, Ferdinando Boccia e Roberto Verdecchia, rispettivamente alla presidenza e alla vicepresidenza della commissione Bilancio. Una scelta, su proposta della coalizione Di Pangrazio, che De Angelis ha dovuto accettare perché non aveva i numeri per fare altrimenti, e che colloca nei ruoli professionisti  e amministratori di grande spessore e dirittura morale. Un bene, anche considerando che il sindaco De Angelis ha ricevuto la diffida del Prefetto, per non aver provveduto nei termini a portare in consiglio il bilancio consuntivo. Ora però bisogna procedere con la convocazione delle altre due commissioni, Urbanistica e Sociale, che dovevano essere convocate ben due mesi fa». Così i consiglieri della coalizione Di Pangrazio che, nel giorno della prima seduta della ripristinata Commissione, se da un lato plaudono all’elezione dei due Consiglieri, dall’altro lanciano l’allarme.

«Le commissioni – proseguono – sono un organo fondamentale per il funzionamento della macchina amministrativa, averle di fatto bloccate a oltranza, paralizzando le attività per la Città, ormai spenta, non solo è fuori legge, ma è anche scandaloso. Si tratta di una situazione ormai oltre ogni limite di sostenibilità e di decoro, in spregio evidente e  ripetuto delle norme, come anche della cittadinanza. Tre commissioni cruciali, Bilancio, Urbanistica e Sociale sottolineano i consiglieri dell’opposizione – , erano rimaste senza presidente. In base all’articolo 98, comma 3, del Regolamento, la Cosimati aveva l’obbligo di convocare le commissioni entro il 20 marzo. Non è stato fatto, salvo che per la commissione Bilancio, che è stata costretta a convocare perché necessaria per l’approvazione del bilancio consuntivo, e continua, dopo quasi due mesi e malgrado sia stata oggetto anche di una mozione di sfiducia, a essere inadempiente. La Presidente e il sindaco De Angelis – dicono i consiglieri – spieghino  alla Città perché continuano a non convocare le commissioni. Oggi il primo cittadino continua a fare equilibrismi pure tentando ancora la campagna acquisti all’interno dell’opposizione. I cittadini hanno ben chiaro questo, come hanno ben chiaro, e faremo in modo di rinfrescare la memoria a chi dovesse dimenticarlo, che quella di oggi è una maggioranza farlocca retta in particolare da chi ha usato come “taxi” la coalizione Di Pangrazio.  É ormai evidente che il primo cittadino si limita a “tirare a campare”, ed è tempo che questa farsa finisca: abbiamo sollecitato la presidente Cosimati – conclude la nota dei dipangraziani – a convocare le commissioni, perché è suo dovere pensare alle necessità della città e non a quelle del sindaco De Angelis».

 

Annunci