CONSEGNATO IL “PREMIO PALMIERI” AI GIORNALISTI CHE HANNO SCRITTO E PARLATO DEL DISAGIO

AVEZZANO – Nella sala convegni dell’ex Arssa ad Avezzano, alla presenza di numerosi cittadini, autorità, rappresentanti della stampa e studenti, si è svolta la cerimonia di premiazione della 7^ edizione del Premio nazionale di giornalismo “Angelo Maria Palmieri”.

Sono intervenuti il presidente FIABA Giuseppe Trieste, il presidente dell’associazione culturale “Angelo Maria Palmieri” Giuliana Marrocco, Stefano Pallotta presidente dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo, il giornalista Giuseppe Sanzotta, il capo redattore de “Il Centro” Domenico Ranieri, il dirigente scolastico del Liceo Classico “Torlonia” Annamaria Fracassi.

Il sindaco ha portato il saluto a nome dell’Amministrazione comunale di Avezzano. Presenti i consiglieri Giovanni Di Pangrazio, Domenico Di Berardino e Ferdinando Boccia. Presentatrice della giornata la giornalista Orietta Spera, che ha letto una nota del Prof. Manlio Ticino, in ricordo di Angelo Maria, suo studente al liceo.

FIABA Onlus, Fondo italiano abbattimento barriere architettoniche, sette anni fa ha istituito il concorso riservato a giornalisti, aspiranti giornalisti, studenti di scuole di giornalismo e studenti universitari, che con il proprio lavoro si sono particolarmente distinti nel portare in evidenza temi nel campo del sociale, quali il superamento di tutte le barriere culturali e sociali, la tutela dei diritti umani. L’intitolazione del premio ad Angelo Maria Palmieri è un riconoscimento ai valori che hanno contrassegnato la vita del giovane giornalista scomparso a soli trent’anni, alla sua determinazione nel contribuire al cambiamento della nostra società, favorendo la diffusione di valori morali, etici e civili. Sono pervenuti nei termini come stabilito dal bando del concorso 70 elaborati inviati da giornalisti di tutta Italia. Una giuria di esperti ha scelto i finalisti.

Il giornalista del “Corriere.it” Antonio Crispino è il vincitore con il video-servizio dal titolo “Bambini da zero a sei anni ma sono già detenuti”, che racconta “la vita” dei bambini delle detenute in carcere.
Al secondo posto la giornalista marsicana Alina di Mattia per un articolo pubblicato su “Il Faro24”, dal titolo “Violenza. Quando la vittima è un uomo”, per parlare della violenza in generale non “di genere”.
Al terzo posto Cristina Di Giorgi per un articolo pubblicato sul sito “ilgiornaleditalia..it” dal titolo “Il sorriso di due donne che si fa memoria viva”, che rappresenta la cruda realtà del popolo istriano, della tragedia delle Foibe.

Sono state assegnate due Menzioni Speciali a Floriana Bulfon per un articolo pubblicato su “L’Espresso” e a Rosita Rosa per un video pubblicato sulla rubrica Rai 1 “Tv7”.  Una targa di merito è stata consegnata al Liceo Classico “Alessandro Torlonia” di Avezzano per la rubrica settimanale “Giornalistudenti”, rivelatasi una indovinata e interessante iniziativa, intrapresa grazie alla disponibilità del quotidiano Il Centro d’Abruzzo, a cui hanno preso parte numerosi studenti della scuola con la passione del giornalismo.

Il concorso organizzato da Fiaba e dall’Associazione culturale “Angelo Maria Palmieri” ha avuto il sostegno dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo, Fondazione Carispaq, BCC di Roma e il patrocinio del Consiglio regionale d’Abruzzo e del Coni Point di Avezzano.