SE UN GIORNO D’INIZIO ESTATE VIENE TURBATO DA UNA PUZZA NAUSEABONDA

di Americo Tangredi

MAGLIANO DE’ MARSI – “Se una cosa puzza, non metterci il naso”, ahimè questo antico proverbio turco non si adatta ai nasi degli abitanti di Magliano dè Marsi. Costoro e quelli dei comuni limitrofi sono costretti da giorni a lottare contro nauseabondi odori.

Nella serata di ieri, un’intensa ed orrida puzza è dilagata tra le strade del paese sotto le pendici del Monte Velino facendo sia inorridire e nello stesso tempo infuriare gli abitanti di Magliano. La rabbia si è anche percepita su un noto social network dove sono comparsi dei post che alimentano questo disagio.

L’odore nauseabondo proviene dall’impianto di compostaggio sito nel territorio del comune di Massa D’Alba; qui nessuno vuole mettere in dubbio il compostaggio ed attaccare chi lavora in quell’impianto. Il compostaggio può avere mille usi positivi per un’agricoltura di qualità, ma bisogna sempre rispettare sia la salute e sia la volontà dei cittadini. Si avvicina l’estate e i nasi dei Maglianesi vogliono percepire gli odori della bella stagione, delle grigliate e della felicità e non una puzza nauseabonda.