MARSIA ESCE DAL MEDIOEVO TECNOLOGICO. SUMMIT A TAGLIACOZZO PER FAR ARRIVARE LINEA TELEFONICA E INTERNET

TAGLIACOZZO – Marsia avrà la sua rete di copertura telefonica e internet. Pare impossibile, ma dopo decenni, finalmente sembra sia scoccata l’ora “X” anche per una delle più rinomate e importanti stazioni turistiche della Marsica che finalmente esce dal medioevo tecnologico a cui pareva essere stata condannata. Copertura telefonica e di rete necessaria, come può essere facilmente comprensibile, per far fronte alle possibili emergenze che quotidianamente potrebbero verificarsi e di fatto spesso accadono nel comprensorio turistico.

Su questa situazione, infatti, oggi si è avuto un importante incontro tra il Comune di Tagliacozzo, il Consorzio Stradale di Marsia e Telespazio per cercare la soluzione definitiva a questo decennale e assurdo problema della mancanza dei servizi fondamentali del territorio montano. La copertura telefonica è necessaria per garantire uno standard sull’offerta turistica e soprattutto per adeguare i livelli di sicurezza essenziali, hanno evidenziato gli amministratori presenti all’incontro.

Tra questi il Presidente del Consiglio Regionale Giuseppe Di Pangrazio e il Sindaco Vincenzo Giovagnorio che, unitamente al consigliere all’innovazione tecnologica Danilo Iacoboni, hanno sollecitato l’incontro, finalizzato ad accelerare i tempi per risoluzione e gestione del problema.

La Presidente del Consiglio Comunale Anna Mastroddi, delegata per le questioni di Marsia, ha convocato per l’occasione anche il Capitano dei Carabinieri della Compagna di Tagliacozzo, Silvia Gobbini, per rimarcare ai partecipanti l’importanza e l’urgenza dell’attivazione delle linee di comunicazione, al fine di favorire gli interventi di soccorso sanitario, per facilitare il lavoro delle forze dell’ordine anche in considerazione dei crescenti atti di vandalismo verificatisi di recente.

Il Consorzio Stradale, rappresentato da Emiliano Casale, ha già avviato un progetto per migliorare e adeguare i livelli di sicurezza portando a termine l’installazione di un sistema di videosorveglianza che risulta al momento un primo deterrente per i male intenzionati. Apertura e disponibilità sono state mostrate dal Sovrintendente di Telespazio-Fucino, Gianni Riccobono, per una collaborazione operativa che permetta in prima istanza a Istituzioni e Forze dell’Ordine di fornire i servizi indispensabili di pubblica utilità. Successivamente sarà prevista anche la copertura telefonica pubblica da parte di un gestore della rete.

«Si procederà ora con le prime valutazioni di compatibilità elettromagnetica e di verifica interfonometrica – afferma Nicola Brizzi – che permetta all’impianto Telespazio presente sul territorio di poter procedere con servizi di hosting e di ospitalità». Così ha spiegato il tecnico della Stazione fucense alla fine dell’incontro. Piena soddisfazione è stata espressa dal Sindaco per questo importante passo compiuto nell’opera di riqualificazione dello storico comprensorio turistico ai piedi di Monte Midia.