IN TANTISSIMI ALLA GIORNATA MONDIALE DELLO YOGA AL PARCO TORLONIA DI AVEZZANO

AVEZZANO – Sono tantissimi, tutti uniti da un comune mantra, gli yogini di tutto il mondo che ieri hanno srotolato il loro tappetino per festeggiare la “Giornata internazionale dello yoga”. Fortemente voluta dal premier indiano, Narendra Modi, la festa è arrivata alla sua quarta edizione. Lo yoga è un viaggio fisico e mentale che assicura equilibrio e calma, favorisce la concentrazione e dona una grande forza interiore.

La scelta della data non è casuale: il 21 giugno è infatti chiamato Dakshinayana, cioè il passaggio alla seconda parte dell’anno, e coincide con il solstizio d’estate. Sono cinque mila gli eventi con cui l’India ha celebrato un avvenimento che colora le piazze principali. Ma non solo India. Aderiscono all’iniziativa più di 190 paesi tra cui Stati Uniti, Cina, Canada. E sono più di 200 milioni gli appassionati nel mondo, 36 milioni in America (quasi 2 milioni sono bambini), 3 milioni in Gran Bretagna e più di 2 milioni in Italia.

Anche ad Avezzano, promosso dalla Pro Loco, è stato celebrato lo Yoga Day nel Parco Torlonia, dalle 17 alle 19. Ha partecipato un nutrito gruppo di appassionati, guidato dalla Maestra Yoga Marcella Cicanecchia, che da anni riesce ad appassionare adulti e bambini, a mero titolo di volontariato, a questa disciplina.

Il presidente della Pro Loco, Edoardo Tudico, ha avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa. Apprezzamento e condivisione sono pervenuti anche dal Presidente del Consiglio Regionale, Giuseppe Di Pangrazio, che auspica un utilizzo sempre più frequente di uno degli spazi più belli e significativi della nostra città.