FONDI PER PROTEZIONE CIVILE E STRADA DEL PARCO E UNA LEGGE SULL’APICOLTURA. AZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE DEI “MARSICANI”

L’AQUILA – Nuovi fondi per la protezione civile, dotazione di risorse alla Provincia dell’Aquila per la viabilità in primis per la questione del ponte sul Giovenco interrotto da oltre una settimana e una nuova legge sull’apicoltura. Sono i provvedimenti approvati dal Consiglio regionale e che ha visto protagonisti i consiglieri regionali marsicani Maurizio D Nicola e Lorenzo Berardinetti e il Presidente Di Pangrazio.

«Sono molto soddisfatto per l’approvazione di vari provvedimenti da parte del Consiglio Regionale a partire dalla Legge di cui sono primo firmatario, insieme al collega Mazzocca, che stanzia 1,7 milioni di euro alla Protezione Civile necessari a garantire l’espletamento delle attività per la campagna antincendio boschivo (AIB) di quest’anno. Grazie a tali risorse – spiega Di Nicola -, infatti, il Dipartimento potrà procedere al completamento degli atti finalizzati al convenzionamento con i Vigili del Fuoco, con i Carabinieri Forestali e con i Volontari abilitati alle operazioni di spegnimento incendi, nonché al noleggio di un mezzo aereo dedicato alle attività Aib.

Importante – riprende – l’approvazione di alcune disposizioni di carattere urgente, all’interno delle quali ho ritenuto opportuno inserire, insieme al Presidente del Consiglio regionale Di Pangrazio ed ai colleghi Pietrucci e Berardinetti, una norma straordinaria che assegna le risorse economiche richieste dalla Provincia di L’Aquila necessarie a ripristinare, con urgenza, la transitabilità veicolare sulla S.P. 17 “del Parco Nazionale d’Abruzzo” (in corrispondenza del Ponte sul fiume Giovenco) e sulla S.P. 2 “del Lago di Campotosto” al fine di contribuire al superamento delle criticità riscontrate, ovvero garantire la viabilità per ogni emergenza eventuale.

È motivo di ulteriore mia soddisfazione – dice ancora Maurizio Di Nicola – l’approvazione della Legge in tema di tutela e valorizzazione dell’apicoltura nella Regione Abruzzo. Una norma che ha il duplice scopo di sostenere lo sviluppo dell’apicoltura, in aderenza al quadro normativo nazionale ed europeo vigente, e di favorire la figura del piccolo produttore di miele quale figura importante e strategica nell’economia agricola regionale. La legge approvata oggi, inoltre, mira a tutelare l’ambiente naturale abruzzese e la sua biodiversità, per via dei possibili effetti positivi sulla formazione di nuove colonie di api, indispensabili per l’ecosistema abruzzese in ragione del loro fondamentale ruolo nei processi di impollinazione. Ringrazio – conclude l’ex Sindaco di Pescina – i colleghi che hanno sostenuto tale iniziativa, nata su stimolo alla tematica ad opera del FAI-Abruzzo (Federazione Apicoltori Italiani)».