OSPEDALE DI AVEZZANO. TORDERA ANNUNCIA INVESTIMENTI. DE ANGELIS SI CONGRATULA. I CITTADINI ATTENDONO PRIMARI E NUOVO PERSONALE

AVEZZANO – Il Manager Asl Tordera annuncia al sindaco di Avezzano, in un incontro che i due hanno avuto all’ospedale di Avezzano, programmato nei giorni scorsi, un investimento di oltre 3 milioni e mezzo sul nosocomio e sulla sanità del territorio comunale per ristrutturazioni, ampliamento di reparti e posti letto, acquisto di apparecchiature di ultima generazione e adeguamenti strutturali. Presenti, tra gli altri, il direttore sanitario aziendale Teresa Colizza, il vice sindaco Lino Cipolloni, il presidente del consiglio comunale, Iride Cosimati e l’assessore Chiara Colucci.

Tordera ha presentato i lavori già fatti: pronto soccorso e Obi (osservazione breve intensiva, portata da 6 a 8 posti letto) per un importo di 60.000 euro, adeguamento locali, migliore logistica del triage, ampliamento sala d’aspetto e nuovo posto di polizia. Per il pronto soccorso sarebbe stato acquistato un macchinario digitale di nuova generazione per la radiologia che verrà installato a settembre e che migliorerà nettamente la risoluzione delle immagini degli esami (costo 185.000 euro).

Questi gli investimenti annunciati e fissati tra settembre e gennaio prossimi:

60.000 euro per l’installazione della camera calda del pronto soccorso (settembre);

235.000 per la ristrutturazione del reparto di stroke-unit e neurologia;

340.000 per ristrutturazione e adeguamento di Utic e cardiologia;

50.000 per la realizzazione di un ambulatorio batteriologico di classe 3.

195.000 euro per la riorganizzazione della viabilità all’interno dell’ospedale che verrà portata a termine nel giugno del 2019.

A questo pacchetto di investimenti va aggiunto l’intervento di maggior impatto che riguarda la ristrutturazione del reparto di rianimazione, la cui ultimazione è prevista entro il prossimo anno, per una spesa di un milione di euro. Gli investimenti sarebbero rivolti anche al territorio e alle strutture Asl al di fuori dell’ospedale, tra cui:

adeguamento della struttura del centro salute mentale di via Salto di Avezzano (750.000 euro);

adeguamento del sistema antincendio dell’ex centro Polio (250.000);

adeguamento del distretto sanitario di Avezzano (400.000).

Il manager della Asl, Tordera, ha inoltre confermato l’indizione a breve dei concorsi per la nomina dei direttori di 5 specialità dell’ospedale di Avezzano: radiologia, ortopedia, pronto soccorso, chirurgia vascolare e cardiologia.

«Abbiamo messo in campo uno sforzo finanziario importante – ha detto Tordera – per potenziare l’ospedale di Avezzano, migliorarne le prestazioni con nuove apparecchiature e designare al più presto, tramite prossimi concorsi, nuovi direttori di importanti reparti. Un ringraziamento va ai professionisti che hanno lasciato o stanno per lasciare il lavoro a causa dei pensionamenti e che hanno guidato i reparti per tanti anni, valorizzando le professionalità esistenti e dando credibilità all’ospedale».

«Qualità, qualità, qualità – ha scritto in una nota De Angelis – In attesa del nuovo ospedale dobbiamo assicurare una sanità di eccellenza per chi ne usufruisce e un plauso particolare voglio rivolgere al personale medico e paramedico che, in condizioni a volte non ottimali, ha sempre lavorato con grande dedizione e spirito di sacrificio per mantenere alti gli standard dell’ospedale. È un patrimonio di professionalità che va salvaguardato e non denigrato per alimentare polemiche. Bisogna lavorare tutti nella stessa direzione e da parte nostra vigileremo affinché i lavori procedano speditamente, nell’interesse collettivo e non di questa o quella parte politica. Sulla sanità non si scherza!».

Insomma, dopo che altri hanno sollevato il problema dell’ospedale e della situazione del servizio sanitario nella marsica, praticamente inesistente, ora “TorderaDeAngelis” ha deciso di intervenire visto che si è preso coscienza che con la sanità non si scherza. Noi, e non solo noi, lo ha detto il centro Giuridico del Cittadino, molte associazioni di consumatori e utenti, sindacati, forze politiche e tanti cittadini che hanno subito casi di malasanità, ma in primis lo disse l’assessore regionale Paolucci con il Presidente del Consiglio regionale Di Pangrazio annunciando i fondi per il nuovo ospedale e interventi immediati sulla sanità, abbiamo sempre sostenuto che al Marsica aveva bisogna di concretezza sulla sanità.

Una domanda, però, ci deve essere consentita. Bene i lavori e gli investimenti. Ma intanto, per sopperire alla massa di pensionamenti che “improvvisamente” si è abbattuta sull’ospedale di Avezzano, come si pensa di tamponare efficacemente la situazione senza che ne paghino le conseguenze i cittadini-utenti della sanità marsicana?