PIAZZA TORLONIA I RESIDENTI LANCIANO L’ALLARME. SCIPPI E DROGA. SICUREZZA VERA E NON I SOLITI ANNUNCI

di Germanico Patrelli

AVEZZANO – Era il 4 Febbraio quando il Quotidiano Libero pubblicava un articolo “Avezzano, comune blindato” che metteva in risalto l’operato di questa amministrazione ed il Sindaco annunciava «Siamo il primo Comune in Abruzzo e tra i primi in Italia ad aver varato il nuovo Piano sulla Sicurezza: un tema che richiede tutto il nostro impegno e attenzione. Controlli 24 ore su 24, anche notturni, cui parteciperà anche la nostra Polizia Municipale unitamente a tutte le forze dell’ordine con un unico coordinamento. Grazie al quotidiano Libero per aver colto l’importanza, anche su scala nazionale, di questo progetto».

Chiacchiere e annunci, gli ennesimi,  che ad oggi non trovano assolutamente nessun riscontro, anzi la situazione peggiora di giorno in giorno.

Si continuano a verificare sempre i soliti fatti nella centralissima area della stazione, ormai zona franca per i delinquenti abituali.

Gli ultimi fatti di criminalità risalgono a sabato scorso quando,  a piazza Torlonia, zona di spaccio come piazza Matteotti e piazza del mercato, sono state scippate tre donne di cui una è stata scaraventata a terra, mentre ad un altra invece le sono stati sottratti 800 euro che erano nella borsa, Ormai la situazione è fuori controllo, si solleva la protesta dei residenti che addirittura hanno filmato dei magrebini a spacciare e diffuso il video in internet. Due delle tre borse portate via sono state ritrovate nelle vicinanze dei luoghi dello scippo e al loro interno c’erano soltanto i documenti.

Leonardo Casciere

Ora i residenti lanciano un accorato appello all’assessore alla sicurezza Leonardo Casciere, affinché vengano presto presi dei seri provvedimenti e non i soliti annunci di proclamazione solo ad effetto mediatico, ma che si passi all’azione vera e propria, per riportare serenità alla popolazione che è sempre più allarmata sulla sicurezza della nostra città.