TAGLIACOZZO. IL MERCATO PER ORA RESTA AL SUO POSTO. IL TAR NEGA LA SOSPENSIVA AI COMMERCIANTI

di Americo Tangredi

TAGLIACOZZO – Il giorno 13 luglio, il Tar si è pronunciato sulla richiesta sospensiva avanzata da alcuni commercianti ambulanti guidati da Vincenzo Rubeo e Claudio Del Grosso in merito allo spostamento di sede del mercato settimanale. Con l’ordinanza n. 167/2018 il TAR rigetta la richiesta di spostamento presentata da una parte dei commercianti ambulanti. Viceversa è stata accolta la difesa del comune di Tagliacozzo sostenuta dall’avvocato Felice Paolo Iannini stabilendo che il ricorso fatto da una minoranza di ambulanti è infondata in fatto e in diritto.

Tale sentenza sancisce il buon operato della presente amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Giovagnorio. «Il riordino del mercato settimanale – si legge nel comunicato – era operazione indispensabile e non più derogabile in quanto vi erano in ballo gravi motivi di sicurezza pubblica, così come prescritto, non solo dalla normativa previgente da troppo tempo disattesa, ma anche dall’ultima severa disposizioni ministeriale conosciuta come circolare Gabrielli».

Ricordiamo che il riordino del mercato settimanale, approvato dalla gran parte dei commercianti ambulanti e dalla popolazione, ha visto una gran lavoro di collaborazione della squadra comunale dal presidente del consiglio comunale Anna Mastroddi in qualità di consigliere con delega al commercio a Giuseppe Matroddi in qualità di assessore on delega agli affari legali.

Queste disposizioni sono state apprezzate sia dai commercianti ambulanti stessi, dalla popolazione di Tagliacozzo, dai vigili urbani e da altre forze pubbliche. «È intenzione – conclude il comunicato – della nostra amministrazione, adattare da subito le disposizioni del testo unico in materia di commercio su mercati e sull’occupazione del suolo pubblico, approvato dal consiglio regionale il 2 luglio e in corso di pubblicazione».

Previous Article

L'AVEZZANO CALCIO "SPOSA" L'ASD MARSICA CALCIO 2006. QUANDO LO SPORT VA OLTRE

Next Article

LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO. COTTURONE CHIEDE L’ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO NOTTURNO DA PARTE DELLA POLIZIA LOCALE

Related Posts