PIAZZA TORLONIA VIETATA I CANI. VERRECCHIA: «BASTA CON LA POLITICA FANTOZZIANA DEL COMUNE DI AVEZZANO. ESISTE GIÀ UNA LEGGE»

AVEZZANO – Piazza Torlonia vietata ai cani, sull’ennesima polemica innestatasi su una decisione dell’amministrazione comunale di Avezzano, e dell’assessore all’ambiente in particolare, interviene Massimo Verrecchia, ex alleato e sostenitore di De Angelis con la lista di Alleanza Popolare. Verrecchia ricorda un elemento portante ed elementare insieme a De Angelis, al suo assessore e all’amministrazione, ovvero che esiste già una norma, regole, e persino sanzioni che regolamentano l’accesso dei cani e degli animali all’interno dei parchi urbani.

Questa la nota, informativa ed ironica al contempo di Massimo Verrecchia: «Il Sindaco De Angelis continua a mantenere uno stato politico confusionale, ora anche il divieto ai cani a Piazza Torlonia. Prosegue la politica fantozziana ad Avezzano? Lo afferma l’esponente di centrodestra, Massimo Verrecchia, tra i più votati alle scorse elezioni amministrative, fautore della lista ‘Avezzano Popolare’ che ha ottenuto il 7 %, percentuale determinante per il successo dell’attuale sindaco De Angelis. Ma come fa il sindaco De Angelis a proibire l’accesso ai cani  padronali, pur essendo dotati di regolare microchip, guinzaglio, sacchetti igienici per le deiezioni, documento di riconoscimento e museruola, come previsto dalla legge? E se vi è entra un cane smarrito o uno dei tanti randagi è previsto l’abbattimento? Se vale il “principio” che a chi non sta bene la decisione del Sindaco De Angelis può andare via dalla città tra poco finirà che ad Avezzano non ci sarà più neanche un cane! Chissà che ne pensa l’onorevole Vittoria Michela Brambilla del sindaco Gabriele De Angelis da poco a Forza Italia, quindi del suo stesso partito? Purtroppo il sindaco De Angelis non conosce la sentenza ottenuta proprio dalla parlamentare azzurra contro il sindaco di Lodi dove una sentenza del 2016 pone il divieto di vietare l’accesso ai cani nei giardini pubblici, conclude Verrecchia».

Insomma, basta conoscere leggi e codice ed applicarli per evitare di inserire altra polemica ed altra divisone che da un anno a questa parte trionfano ad Avezzano.

Annunci