“IL DESTINO DI UN PRINCIPE”. CORRADINO DI SVEVIA “RITORNA” A MAGLIANO DE’ MARSI

di Americo Tangredi

MAGLIANO DE’ MARSI – Sarà una domenica dal sapore medievale quella che si svolgerà, il 19 agosto prossimo, lungo le contrade di Magliano in attesa dell’arrivo del principe Corradino di Sveia.

“Il destino di un Principe” è una manifestazione organizzata dal centro studi Carlo I D’Angiò con la partecipazione del Comune di Magliano dè Marsi che rientra sia nelle celebrazioni per il 750° anniversario della Battaglia dei Piani Palentini e sia nel progetto “MarsicaMedievale”. Tale progetto, che domenica prossima dalle ore 17,30 farà tappa a Magliano, prevede una rievocazione storica dell’arrivo di Corradino di Svevia lungo le terre dell’antico contado di Magliano. In particolar modo si ricostruirà l’accampamento dello Svevia e l’incontro con il feudatario del Castrum Melleani – l’antica Magliano dè Marsi – in cerca di una probabile alleanza contro gli Angioini.

«Ho accettato con grande gioia – dice Adelmo Di Felice direttore artistico di questo evento – l’invito fattomi dall’amministrazione comunale per la realizzazione di questa prima giornata medievale. Spero che queste manifestazioni tengono viva la memoria storica comune e che possa esser condivisa dalle popolazioni della Marsica affinché si conservi il ricordo degli usi, dei costumi e dei valori dei nostri avi».

Ricordiamo che la battaglia dei Piani Palentini fu uno scontro bellico che vide contrapposti l’esercito svevo comandato da Corradino di Svevia di ispirazione ghibellina – ovvero filo imperiale- e l’esercito angioino comandato dal re Carlo I d’Angiò, di ispirazione guelfa ovvero filo papale. Lo scontro, che avvenne il 23 agosto del 1268 lungo i Piani Palentini, vide contrapposti uomini che provenivano da molte parti d’Europa e si concluse con la vittoria di re Carlo I d’Angiò. La vittoria dei francesi Angioini condizionerà tutto il sud Italia fino al 1442 con l’arrivo di Alfonso I il Magnanimo primo sovrano della casata spagnola degli Aragonesi.

Il corteo inizierà da piazza San Domenico e si snoderà lungo le strade centrali del paese concludendosi nella centrale Piazza della Repubblica con l’incontro tra Corradino ed il feudatario di Magliano. Oltre alla presenza dei figuranti, la manifestazione sarà allietata anche dai falconieri, dalle note di canzoni medievali eseguite dal coro diretto dal maestro Piero Buzzelli e da sbandieratori e musici.