TEST DI AMMISSIONE ALLA FACOLTÀ DI MEDICINA. FARO CAMPUS APRE LA STRADA AI RICORSI CONTRO L’ESITO NEGATIVO

AVEZZANO – È l’incubo di ogni matricola universitaria da un ventennio a questa parte. Da anni, praticamente dall’inizio, la loro istituzione ha scatenato polemiche e azioni per eliminarli o rivederli. Parliamo dei test di ammissione a molte facoltà universitarie, soprattutto a numero chiuso, che ogni anno mietono vittime a centinaia fra gli studenti italiani. Il caso più eclatante, come  noto, è quello dei test per entrare a Medicina e Chirurgia. Da oggi, però, sarà possibile fare un ricorso assistiti dagli esperti di “Faro Campus” di Avezzano.

Faro Campus, Centro di orientamento e formazione per lo sviluppo dei Talenti e la valorizzazione delle eccellenze, infatti, organizza e promuove un incontro gratuito per avviare un’analisi e quindi una riflessione condivisa sulle problematiche connesse alla conduzione dei Test di Ammissione che disciplinano le iscrizioni alle Facoltà a numero programmato, quale Medicina. Il medesimo si terrà venerdì 14 settembre, dalle 15 alle 17, presso la sede del sodalizio, che si affaccia sulla centralissima piazza Risorgimento ad Avezzano.

Mario Vitale

«In particolare verranno esaminate le diverse irregolarità, formali o di sostanza – ci spiega l’ingegnere Mario Vitale coordinatore di Faro Campus ad Avezzano – , che spesso finiscono per inficiare la regolarità dell’organizzazione e somministrazione della prova ministeriale e quindi le conseguenti possibilità di presentare ricorsi, individuali o di gruppo, avversi all’esito. Anche quest’anno, immediatamente a seguire la prova, sono state sollevate osservazioni e critiche, ed avanzati legittimi dubbi sulla regolarità della conduzione delle operazioni in numerosi atenei: si ha ragione di prevedere che il numero dei ricorsi crescerà considerevolmente – conclude Vitale – , forse al punto da far rimettere in discussione tutto il sistema connesso alle presunte necessità di regolamentare e limitare gli accessi a tante Facoltà Universitarie».

Interverrà un noto Avvocato in rappresentanza di uno studio legale di Roma specializzato nel settore, al quale i presenti potranno liberamente rivolgere qualsiasi domanda pertinente. Per problemi logistici connessi all’accoglienza, i posti disponibili sono limitati: pertanto si suggerisce agli interessati di segnalare tempestivamente la loro intenzione a partecipare all’incontro. Per info e adesioni scrivere alla email associazionefaro@libero.it.