NUOVO COMUNE DI AVEZZANO. IL PD CONTESTA IL METODO ADOTTATO DALLA MAGGIORANZA

AVEZZANO – Nuovo Comune da completare, Il Pd si scaglia contro le tesi sostenute dall’attuale sindaco di Avezzano e dalla sua maggioranza. Nella nota, a firma del segretario cittadino Ceglie, i Democratici ricordano come l’opera incompiuta sia stata iniziata dall’altra giunta di centrodestra targata Floris, costata più del doppio del previsto e come ora la nova giunta di centrodestra voglia risolvere il problema facendo cassa con i cittadini e cercando di recuperare crediti vecchi, opera quantomeno dai tempi estremamente lunghi.

Questa la nota del Pd di Avezzano: «La storia si ripete. La destra al potere genera incompiute e deficit. Il Nuovo comune ne è un esempio. Dopo poco più di un anno dall’insediamento della nuova giunta (nata da un’Anatra Zoppa), e dopo circa 10 avvicendamenti che hanno fatto seguito ad altrettanti cambi di casacca ci si trasferisce su una vecchia scena del delitto.

Il Nuovo Comune, su cui ha puntato la Giunta di Destra targata Floris-2 (e costato ben 6 milioni di euro ai cittadini, il doppio del  previsto), non è ancora usufruibile perché è una scatola incompiuta. Ci vogliono ancora circa 4 milioni di euro. Ricordiamo che Floris è il Sindaco che ha realizzato la prima pista ciclabile nella zona nord di Avezzano. Il Tribunale, in primo grado, ha trovato i responsabili ed a Febbraio 2019 la Corte di Appello dirà se le condanne saranno confermate o meno.

Quindi come si procederà? Rastrellando i Crediti con cui operare?

Giovanni Ceglie Pd

Il Comune avanza 1 Milione di euro da Giffi e circa 1 Milione di euro da Irim, e altri, derivanti dal non aver reso funzionante l’edificio. Questa però è fantascienza. Meglio vendere i gioielli di famiglia. La Farmacia Comunale. La sede dell’Anagrafe di Via America e perché no, forse si può pensare anche a qualche ritocco in rialzo delle Tasse come già fatto per la Tari, che anziché scendere incredibilmente sale; nonostante il virtuosismo di Avezzano. Ma non basta, per blindare l’attività aumentiamo la ciurma di chi si fa eleggere in una lista civica e poi si trasforma nel rappresentante di un partito di Destra.

In questo caso la Giunta di Destra continua ad arruolare pezzi dell’opposizione. Questa attività però potrebbe ritorcersi contro. Ricordo che Il Senatore S. De Gregorio, prima Socialista poi di Forza Italia ed infine eletto con Di Pietro, cambiando casacca per l’ennesima volta fu proprio la gola profonda che inguaiò Berlusconi (per la compravendita dei parlamentari).

Attenti quindi a chi cambia casacca di sovente, perché rischia di cadere precipitevolissimevolmente. – Il Segretario del Pd di Avezzano Giovanni Ceglie».