L’AVEZZANO RUGBY ASSEGNA LE BORSE DI STUDIO “ELIO SERITTI”. UNO SPORT CHE PREPARA ANCHE ALLA VITA

di Claudio Di Giuseppe

Avezzano – Consegnate ad Avezzano, in una giornata di festa promossa dall’Avezzano Rugby, le borse di studio dedicate allo storico Presidente giallonero Elio Seritti.

Si è svolto dunque con un buon risultato l’evento sociale-sportivo nel weekend ed organizzato dall’Avezzano Rugby, dedicato allo sport e la sua funzione nella vita dei ragazzi. Infatti, oltre a ricordare la bellezza dello sport in sé, con un festival del minirugby ed un triangolare della squadra Seniores allenata dal neo tecnico Pierpaolo Rotilio, si sono consegnate le borse di studio, frutto di un lavoro intenso per i più meritevoli, in ambito sportivo e scolastico. Gli atleti sono stati valutati da un comitato di tecnici per i meriti sportivi mentre per quelli scolastici sono stati valutati da una commissione di professori presieduta dalla professoressa Patrizia Micangeli.

Gli atleti premiati sono stati:

  • per l’under 12 Pietro Berardini e Manlio Orlandi
  • per l’under 14 Demetrio Ciocci
  • per l’under 16 Nicola Felli
  • per l’under 18 hanno conseguito l’attestazione Edmondo Amicucci e Lorenzo Amicuzi.

Borse di studio consegnate dal Presidente Alessandro Seritti che dichiara: «Oltre a garantire ai nostri atleti la formazione atletica e sportiva su un campo da rugby abbiamo soprattutto un occhio di riguardo verso la loro formazione scolastica che rappresenta di pari passo a quella sportiva il futuro dei nostri ragazzi».

Oltre a lui è intervenuta la presidente del Conapi L’Aquila, Rosa Pestilli: «Sono felice di vedere tante famiglie su questo campo che incentivano lo sport del rugby considerato che il nostro obiettivo è favorire la collaborazione tra famiglie e giovani per far crescere il territorio offrendo agli stessi una formazione che sia valida per il loro futuro».

Infine, abbiamo anche le dichiarazioni del presidente della federazione rugby Abruzzo, Giorgio Morelli, che riassume l’evento con queste parole: «Abbiamo il dovere di offrire ai giovani le migliori opportunità per formarsi ed affrontare la vita meglio delle precedenti generazione, e la scuola e lo sport in questo quadro concorrono alla formazione della persona; questa iniziativa rappresenta lo sforzo di una società che da sempre lavora in questa direzione».