DUE POPOLI IN MARCIA VERSO IL PONTE GIOVENCO, PER SOLLECITARNE LA RIAPERTURA

PESCASSEROLI – Marceranno alla volta del Ponte Giovenco, domani (domenica 16) le popolazioni della Valle del Giovenco e dell’Alto Sangro. In modo pacifico e civile per incontrarsi sul PONTE GIOVENCO e programmare ulteriori iniziative di mobilitazione e di protesta, per ricordare alla Provincia dell’Aquila i dove doveri istituzionali verso i cittadini. Sul ponte non è stato fatto alcun intervento, neanche minimo, e la strada è tuttora impercorribile. Sembra impossibile, invece è la dura e cruda realtà! Tre mesi di parole. Proposte irrealizzabili, promesse disattese e impegni non mantenuti. È la classica storia italiana fatta di chiacchiere e di bugie!

«Sono ormai tre mesi che abbiamo la strada provinciale chiusa, dice il presidente del Comitato Cittadino Ponte sul Giovenco, Silvano di Pirro. Pochi fatti, tante parole spesso fuori luogo e fuori tema. Tempo perso? Si! Si poteva fare di più? Sì molto di più! In questi ultimi giorni però quel senso di impotenza, di abbandono e di scoraggiamento che stava avvolgendo noi tutti ha lasciato spazio ad un nuovo entusiasmo e a un rinnovato impegno. La “MARCIA” di domenica prossima sarà l’occasione per dimostrare che i cittadini della Valle del Giovenco e dell’alto Sangro ci sono, uniti e compatti, nel rivendicare, con la lotta, il DIRITTO a vivere e far vivere i propri territori».

Una chiamata a raccolta che avrà moltissime adesioni.

Il Comitato Civico Ponte Giovenco, con un atteggiamento responsabile e collaborativo con Enti e Istituzioni, ha atteso fiducioso la soluzione promessa, ma ha atteso invano. Nessuna soluzione è arrivata e con il passare del tempo le proposte ventilate, e mai ufficializzate, sono diventate bolle di sapone, vuote e offensive verso le Comunità che stanno subendo gravissimi disagi e inestimabili danni economici e sociali a causa della strada chiusa.

Il mese di settembre segnerà un’inversione di MARCIA nelle iniziative proposte dal Comitato.
Mobilitazione e manifestazioni caratterizzeranno l’autunno del Giovenco; ormai è una corsa contro il tempo prima che arrivi inesorabile l’inverno.

Il PONTE e la STRADA vanno riaperti immediatamente! È un preciso dovere della PROVINCIA DI L’AQUILA, in quanto titolare e gestore della Strada Provinciale 17 del Parco, indicare la soluzione tecnica e i tempi necessari al ripristino della normalità!!

Vista, accertata e ribadita la natura neutra, apolitica e apartitica del Comitato Civico e delle manifestazioni organizzate, è assolutamente vietato portare durante la MARCIA bandiere e simboli di partito. Sono gradite le bandiere dell’Italia. Ovviamente saranno graditissime bandiere e simboli del mondo dell’associazionismo e del volontariato.

Questo il cronoprogramma della Marcia
Ora 9.00: appuntamento a Ortona e a Pescasseroli e partenza dei partecipanti che intendono fare il percorso a piedi (circa 15 km).
Ora 11.00: appuntamento presso il Cimitero di Bisegna (per coloro che vengono da Ortona) e in località Templo (per coloro che vengono da Pescasseroli) per i partecipanti che intendono fare il percorso a piedi solo nella parte finale (circa 5 km).
Ora 12.00: incontro presso il Ponte dei due gruppi provenienti da Ortona e da Pescasseroli (anche di coloro che scelgono di raggiungere il Ponte in macchina).