A PESCINA: UN PARCO LETTERARIO CHE SARÀ IL “FIORE ALLL’OCCHIELLO” DEL GIOVENCO

di Ferdinando Mercuri

PESCINA – Importanti lavori verranno realizzati nel centro storico di Pescina. In particolare il restauro della “Torre Piccolomini” con la realizzazione anche di una passerella sopraelevata che, passando all’interno della Torre stessa, salirà fino all’orlo sommitale dove verrà collocata una terrazza panoramica per offrire a visitatori e turisti un affaccio privilegiato verso la vallata e la piana del Fucino.

«È stato approvato, infatti, il progetto esecutivo volto alla realizzazione di un “Parco Letterario” – spiega il sindaco, Stefano Iulianella – incentrato sui personaggi illustri della nostra Terra ed il completamento dell’opera di restauro della Casa natia di Ignazio Silone. Un’opera finanziata dalla Regione Abruzzo con le risorse del Masterplan che prevede, nello specifico, diversi interventi tra loro collegati. Il più importante è, senza alcun dubbio, rappresentato dai lavori relativi alla Torre Piccolomini, simbolo identitario della Città, attraverso i quali verrà consolidata e restaurata l’intera struttura, con il recupero degli elementi artistici presenti».

L’intero progetto mira ad ampliare gli spazi di fruibilità del Centro Storico e prevede anche la realizzazione di un sentiero che unirà la Torre restaurata al vecchio Campanile di San Berardo (ai cui piedi c’è l tomba dello scrittore di Fontamara).

«Scendendo più a valle, nel cuore del Centro Storico – continua il Sindaco di Pescina – sono previsti interventi per il completamento del restauro della Casa natia di Ignazio Silone. Per il suddetto restauro è già stata espletata una specifica procedura di gara della quale attendiamo, a giorni, l’esito del T.A.R. dell’Aquila che permetterà l’avvio dei lavori volti alla riqualificazione esterna dell’edificio fino all’imbocco con il fiume Giovenco, sotto la loggetta del Cardinale Mazzarino».

Nel centro della città, in Piazza Mazzarino, verrà collocato un portale, la cui forma evocherà la Torre, con le indicazioni delle principali attrattive. Lungo i vari percorsi verranno posizionati, a ridosso delle principali emergenze architettoniche, dei totem informativi e dei leggii.

In ultimo, le soluzioni illuminotecniche lungo il sentiero e all’interno e all’esterno della Casa natia di Silone e della Torre Piccolomini contribuiranno a rendere ancora più belli e suggestivi questi luoghi.

«Alla luce degli interventi sinteticamente descritti – conclude il Primo cittadino – riteniamo tale opera, per la quale abbiamo lavorato in questi mesi, strategica per potenziare l’attrattività turistica della Città di Pescina. Auspichiamo, dunque, che nell’iter di conversione parlamentare del Decreto-Genova venga modificata la parte relativa al prelievo di 200 milioni sui fondi del Masterplan, nel quale detto intervento trova copertura finanziaria. Nella speranza che ciò avvenga, l’Ente procederà secondo le tempistiche dettate dal cronoprogramma sottoscritto con la Regione».

Annunci