SPORT E URBANISTICA…NUOVI CANTIERI A COLLARMELE

COLLARMELE – Tre nuovi cantieri a Collarmele; si tratta di lavori pubblici destinati al settore dello Sport e dell’urbanista. Il primo intervento è quello relativo all’impianto di irrigazione del Campo Sportivo che va a completare l’intervento fatto nel corso del biennio precedente che migliorerà ulteriormente la funzionalità degli impianti. Il secondo intervento è quello relativo alla riqualificazione urbana di Via Madonna Delle Grazie con rifacimento di marciapiedi e leggera modifica della struttura urbanistica al fine di evitare lo sradicamento di alberi che corredano il corso; il terzo intervento e la completa ristrutturazione di quattro strade del quartiere dei fiori con rifacimento di impianti, pubblica illuminazione, marciapiedi e fondo stradale.

Antonio Mostacci

«Si tratta di ulteriori interventi che tendono a migliorare l’aspetto del paese e a migliorare le strutture comunali – dice il sindaco Antonio Mostacci – I lavori pubblici terminati ed in corso, da quando ci siamo insediati sono veramente notevoli; l’impegno della struttura amministrativa e tecnica del nostro comune è da elogiare per la dedizione e l’impegno profuso.

A breve verrà inauguratala chiesetta cimiteriale ed il primo lotto dell’intervento sulla Palestra Comunale, I prossimi step, saranno: la gara per la ristrutturazione della Piazza dell’Orologio (per la quale manca solo l’ok della soprintendenza) e l’approvazione del progetto definitivo relativo alla ristrutturazione della torre normanna e dell’antica osteria.

Si tratta di due interventi che ridaranno luce alla parte storica del bordo che da soli valgono circa 700.000,00 euro. Infine stiamo per approvare anche il progetto definitivo – dice il Sindaco – della ristrutturazione della casa municipale; anche in questo caso siamo in attesa dell’ok della soprintendenza in quanto trattasi di bene storico vincolato. Spero di riuscire a chiudere tutto prima della scadenza del mandato e magari, con un po’ di fortuna di proporre qualche nuovo intervento; se non ci dovessimo riuscire spetterà al nuovo sindaco tagliare i nastri ma questo non sarà un problema; il nostro interesse e cercare di migliorare il nostro piccolo comune a prescindere».