INIZIATI I LAVORI AL CASTELLO ORSINI. DISBOSCATO IL PARCO NELL’AREA SUD

di Pierluigi Palladini

AVEZZANO – Sono stati avviati con un’opera di vero e proprio disboscamento i lavori al parco sud del castello Orsini di Avezzano.

Preceduti dalla nota foto dell’assessore sul carrello con occhialetti e sega elettrica in mano, poi l’operazione taglio degli alberi è andata avanti velocemente. Il parco sud, al momento, è una enorme legnaia che, stando a quanto appreso, sarà eliminata nei prossimi giorni per poi avviare i lavori di rifacimento integrale della zona.

Noi non cadiamo nella trappola del  taglio errato, taglio necessario, bello, brutto, o altro, ci limitiamo a riportare quel che abbiamo visto, e ve lo proponiamo in foto, e chiediamo lumi a chi, con competenza accertata, ci possa dire se un lavoro così radicale sia errato, giusto, necessario, utile o quel che è o non è. Vedremo i risultati a fine lavori e saremo sempre qui pronti ad evidenziare il giusto, l’errato, il brutto e il bello, secondo il nostro modo di vedere e supportati da esperti. Come sempre. Qualche intima perplessità ce l’abbiamo, in tutta onestà, ma al momento ce la teniamo per noi in attesa di approfondimenti e riscontri.

Qualche perplessità, più d’una e non solo tecnica, ce l’abbiamo anche sui lavori intorno alla rotatoria della Campana della Pace, via Einaudi, zona “mercato sperimentale”. Il Comune ha speso soldi per le paline segnaletiche del mercato, rifacimento delle aiuole e riasfaltatura, parziale visto che in alcuni casi non è stato proprio toccato, delle aree spartitraffico, senza parlare del pezzo di ciclabile a cui è stato eliminato i cordolo delimitatore, tanto sacro e inviolabile in centro città. In alcune parti, poi, il prato o non ha preso o è stato danneggiato evidenziandosi delle zolle sollevate. A parte la domanda sul perché non si sia riasfaltato tutto, chiediamo se la zona nord di Avezzano è oggetto di un piano complessivo, e atteso da decenni, di riqualificazione e rilancio, il che comprenderebbe anche prevedere progetti e programmi rivolti ai cittadini, bambini, ragazzi e anziani in primis, o se, invece tutto ciò sia stato fatto solo per il mercato, quindi per una sperimentazione di un mese, con inutile, a questo punto, dispendio di denaro pubblico. Anche questo vi proponiamo in foto e vi lasciamo alle vostre libere riflessioni.