TRIBUNALE A RISCHIO CHIUSURA. LA COMMISSIONE REGIONALE GIÀ CONVOCATA DAL PRESIDENTE DI PANGRAZIO PER IL 28. DOCUMENTO CONCLUSIVO ESPOSTO A LOLLI

L’AQUILA – A ventiquattro ore dalla richiesta di De Angelis alla Regione di rendere note le conclusioni della Commissione regionale sulla questione dei Tribunali a rischio chiusura, il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, risponde informando lo stesso De Angelis che la stessa Commissione è già stata convocata, con data fissata al 28 novembre, proprio per informare il Presidente vicario della Regione, Giovanni Lolli, del documento conclusivo sulla tematica.

La Commissione regionale per la salvaguardia dei Tribunali minori d’Abruzzo è già convocata  il 28 novembre a L’Aquila per presentare ufficialmente al  Presidente Giovanni Lolli,  il documento conclusivo dei lavori da sottoporre al confronto con il Governo e il Ministro della Giustizia per la salvaguardia dei Tribunali di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto. Il documento chiederà  al Governo un progetto di salvaguardia dei Tribunali  abruzzesi, sulla base di precisi impegni, strutturali, organizzativi ed economici assunti da parte dei Comuni e della Regione Abruzzo.

Giuseppe Di Pangrazio

«Non credo assolutamente sufficiente al nostro scopo l’istituzione di non ben definiti “uffici di prossimità giudiziaria” annunciati dal Ministro della Giustizia – dichiara il Presidente nel dare la notizia della riunione finale della Commissione – . Quello che è emerso nel confronto con le istituzioni territoriali e gli ordini professionali abruzzesi è l’esigenza irrinunciabile di una compartecipazione di impegni ed obiettivi per la salvaguardia piena dei Tribunali abruzzesi. La Commissione ha lavorato in assoluta coerenza con il contenuto della legge da me proposta, -conclude il Presidente- approvata unanimemente dal Consiglio Regionale e fondata su una corrispondente norma nazionale, che prevede un regime convenzionale con impegno della Regione e delle istituzioni locali per la salvaguardia dei Tribunali. L’Abruzzo farà la sua parte. È su questa base normativa e sui nostri impegni concreti che il Governo dovrà dare risposte non dilatorie, che consentano la piena e funzionale salvaguardia delle sedi dei  Tribunali di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto. In un successivo incontro, il Presidente Lolli e il Presidente Di Pangrazio fisseranno l’agenda delle iniziative istituzionali da assumere presso il Governo, condividendole insieme alle rappresentanze parlamentari, istituzionali, territoriali e agli ordini professionali».