MERCATO DEL SABATO DI AVEZZANO. GLI AMBULANTI LASCIANO LA COMMISSIONE. SESTA… SPERIMENTAZIONE ALLA CAMPANA DELLA PACE. IL SUAP PROPOSE ANCHE UN’ALTRA SOLUZIONE

AVEZZANO – Mercato del Sabato di Avezzano, la storia infinita di un mercato che sembra più un mercato su… rotelle. Sesta sperimentazione nell’area della Campana della Pace, domani 1 dicembre, ma saranno spostati molti banchi, a partire dall’area food.

Ma il problemi restano intonsi come hanno peraltro segnalato gli stessi ambulanti e molti cittadini all’Amministrazione ma anche, a quanto pare, anche ad autorità superiori. Problemi di spazio, di circolazione, di parcheggi, di sicurezza. Sì di sicurezza, quella che avrebbe “costretto” il Comune di Avezzano a spostare il mercato dalla sua sede naturale. Il Suap, peraltro, a dimostrazione che l’attuale dislocazione del mercato non sia del tutto convincente, aveva proposto di utilizzare l’area ricompresa fra via A. Moro, via Dalla Chiesa e via Madre Teresa Cucchiari. Proposta, come noto, mai presa in esame.

Non solo. I rappresentanti delle associazioni di categoria degli ambulanti Gianni Cioni, Roberta Masci e Carlo Rossi, hanno lasciato la Commissione comunale preposta a studiare la vicenda, e questo per l’atteggiamento precostituito che, secondo loro, sarebbe ormai evidente nell’Amministrazione comunale.

E di mercato si è parlato anche in sede di Prefetto dell’Aquila che ha incontrato le organizzazioni degli ambulanti. Il Prefetto ha dimostrato di essere ampiamente informato della situazione e di essere in attesa di ulteriori informazioni anche dal Comune.

Insomma, siamo al caos più totale. Gli ambulanti hanno completato la consegna della documentazione per avviare la sperimentazione nella zona di via Mazzini e traverse ma sembra proprio che questa ipotesi diventi sempre meno percorribile causa scarso gradimento nel palazzo Municipale. Ma gli ambulanti hanno lamentato anche problemi di servizi, solo 3-4 bagni chimici per tanti commercianti sono davvero pochi e insufficienti. A questo, poi, aggiungono un drastico calo di affari che, se dovesse confermarsi, metterebbe a rischio l’esistenza stessa del mercato di Avezzano. Noi abbiamo una bella soluzione: perché non asfaltiamo anche il mercato del sabato?