REGIONALI ABRUZZO. ANCHE “+EUROPA” VUOLE L’ELECTION DAY A MAGGIO

PESCARA – Elezioni regionali del 10 febbraio, mentre ormai in tutta la regione iniziano a scaldarsi i motori, e ne ano ben donde date le temperature, della compagna elettorale, c’è che insiste nel chiedere al ministro dell’Interno Salvini l’accorpamento delle Regionali d’Abruzzo con le europee nel maggio prossimo.  Richiesta in tal senso era stata fatta dal consigliere regionale di LeU, Leandro Bracco, che ha annunciato anche iniziative in tal senso. Ora è la volta di “+Europa Abruzzo” che con il leader Nico Di Florio, chiede che vengano risparmiati tanti soldi e fatto l’accorpamento a maggio prossimo.

Nico Di Florio

Questa la nota di “+Europa”: «L’Abruzzo è sotto la neve e tra poco più di un mese, in condizioni che potrebbero essere identiche, i cittadini verranno chiamati a votare per le elezioni regionali con il rischio, evidente a tutti, che il risultato venga invalidato per inaccessibilità dei seggi. Eppure esiste una legge che imporrebbe di votare in concomitanza con le europee. I partiti hanno deciso di non rispettarla causando uno spreco di risorse pubbliche per sei milioni di euro – dice Nico Di Florio, coordinatore pescarese di +Europa – . Mi rivolgo soprattutto ai Cinque Stelle che qualche settimana fa hanno annunciato di aver acquistato una nuova ambulanza coi soldi restituiti dai propri consiglieri regionali. Bene, si tratta di un’azione meritoria dal valore soprattutto simbolico. A loro rivolgo una domanda: quante ambulanze si sarebbero potute comprare con i sei milioni di euro che hanno deciso di buttare facendoci votare sotto la neve? La politica abruzzese dia prova di responsabilità. Siamo ancora per rimediare ad un gravissimo errore ripristinando la legalità. Si voti a Maggio in concomitanza con le elezioni europee. Non lo chiede +Europa, lo richiedono la legge ed il buon senso».

Annunci