T-RED IN VIA XX SETTEMBRE TRA LE PERPLESSITÀ DEI CITTADINI E QUEI SENSORI A 4 METRI PRIMA DELLA RIGA BIANCA

AVEZZANO – Il semaforo assassino sta suscitando molti rumors tra gli abitanti di Avezzano che giornalmente percorrono via XX Settembre.

Se ne sta parlando ormai da giorni sui social e oggi, il Comune ha diramato un comunicato stampa su come funziona e come è regolamentato il T-Red. Lo riepiloghiamo nei punti di maggiore interesse e noi, a nostra volta, poniamo domande all’amministrazione di Avezzano.

La scelta di installare al semaforo tra via XX Settembre e via Dei Fiori un dispositivo di accertamento automatico delle infrazioni semaforiche è stata decisa dopo numerosi sopralluoghi della polizia locale, in cui si è rilevato un alto grado di pericolosità dell’area di traffico. Il dispositivo è regolarmente omologato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (con n. 4707 del 1° agosto 2016), per funzionare da remoto, quindi in automatico e senza la presenza di agenti di polizia e senza l’obbligo di contestazione immediata.

Prima della messa in funzione è stato controllato che i tempi di accensione avvenissero a norma di legge. La funzionalità dell’impianto è giornalmente monitorata e assicurata, affinché avvenga con la massima correttezza e legittimità anche ai fini dell’efficacia e dell’efficienza dell’azione amministrativa.

Il sistema prevede, per ragioni di sicurezza stradale, una sanzione più grave se l’attraversamento col semaforo rosso interessa tutto l’incrocio fino alla parte opposta e una sanzione meno grave se il passaggio, sempre col semaforo rosso, riguarda un rilevante superamento della striscia di arresto.

Il dispositivo quindi non scatta se il conducente rispetta le norme e non realizza condizioni di pericolo, tant’è vero che sulle decine di migliaia di passaggi che avvengono ogni giorno, solo una minima parte viene fotografata.

Nell’incrocio si stima un passaggio medio di circa 30.000 veicoli al giorno.

Su 30.000 veicoli in transito ogni giorno, circa 150 sono le infrazioni.

Non mettendo in dubbio la buona fede della Polizia Locale che ci illustra minuziosamente con i dati il funzionamento del T-Red, il dubbio ce lo fa venire l’installazione.

A riguardo abbiamo notato che i sensori del T-Rex, opss T-Red, in direzione da Paterno Avezzano sono posizionati ben 4 metri prima la striscia bianca

Mentre in direzione opposta quindi verso Paterno sono a qualche centimetro dalla striscia bianca.

I sensori sono quei tagli diagonali a rettangolo che si vedono nell’asfalto come quelli che troviamo in autostrada dopo i tutor che rilevano il passaggio delle autovetture.

Ora la domanda è: sono regolari i posizionamenti di questi sensori? Non dovrebbero essere posti sulla riga bianca o forse subito dopo, per poter segnalare l’oltrepassare della stessa?

Quindi percorrendo da Paterno verso Avezzano, se ci si ferma dopo il sensore, pur rimanendo prima della striscia bianca o superandola addirittura di qualche centimetro, possiamo incorrere in un errore nella segnalazione dei sensori?

Attendiamo fiduciosi risposte tecniche e non aleatorie, di forse e chi sa, dal Comune di Avezzano.

Annunci