TAGLIACOZZO. ARRIVATI I SOLDI PER IL CAMPUS. SOLIDARIETÀ AL SINDACO PER GLI STRISCIONI DI INSULTI APPESI DAI SOLITI ANONIMI

AVEZZANO – Il Comune di Tagliacozzo ottiene  la prima tranche di finanziamento per realizzare il campus, che si farà dove previsto e quindi il vecchio e malconcio “Attili” dovrà far posto a libri, quaderni, studenti, insegnanti e tecnologia, lasciando il compito di ospitare calcio e altri sport, nonché le attività delle locali società sportive all’impianto in via di ristrutturazione e completamento.

Ma oltre a questo c’è un discorso da fare a Tagliacozzo, e riguarda la Politica, quella con la “P” maiuscola, e la “politica” quella con la “p” piccola, non minuscola, come dicono i bambini dell’asilo, che assurge talvolta ad esempio maximo di inciviltà e barbarie mentale.

Ma andiamo per gradi.

Il Campus. Il Comune incassa i primi due milioni e mezzo per la costruzione del nuovo Campus Scolastico. I lavori del primo lotto, che comprende l’edificio adibito alle scuole medie, saranno aggiudicati entro il mese di agosto ed entro l’anno ne è previsto l’inizio.

Nel frattempo la Sovrintendenza ha disposto l’effettuazione dei saggi archeologici, obbligatori ormai per legge per ogni nuova opera pubblica. Smentite clamorosamente, quindi, le profezie di chi sperava nella mancanza del finanziamento, poiché, come più volte dichiarato dal Sindaco e dall’Assessore ai Lavori Pubblici Roberto Giovagnorio, il 4 aprile, è pervenuto il nulla osta della Giunta regionale – Ufficio edilizia scolastica (prot. n. 104794 del 2019) a firma del Dirigente dott. Silvano Binchi e della Responsabile Arch- Silvia Aloisio, per l’utilizzo dei 2.523.150,00 Euro per la Realizzazione del nuovo Campus Scolastico. «Il presente nulla osta costituisce presupposto per l’adeguamento dell’istanza inclusa nel piano triennale regionale di edilizia scolastica 2018 – 2020 approvato con DGR 551 del 1° agosto 2018, così recita la lettera della Regione Abruzzo che prevede quindi la rimodulazione dell’importo totale per la costruzione del secondo ed ultimo lotto in Euro 6.176.850,00, il cui finanziamento è comunque previsto entro l’anno, essendo il nostro Comune – affermano dal Municipio di Tagliacozzo –  in prima posizione nella graduatoria dei Comuni finanziati dal bando regionale per il 2019». Il sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, quindi tira dritto all’obiettivo e, con la sua squadra, lavora alla realizzazione, con modalità e tempi certi, di una delle più sicure, tecnologicamente avanzate, eco compatibili e ad alto efficientamento energetico, scuole del centro Italia. Un fiore all’occhiello per tutta la comunità che saprà essere attrattiva per studenti e ragazzi, i quali potranno fruire di spazi che mai fino ad ora erano stati neanche pensati.

E ora andiamo alla “politica”. Come noto nei giorni scorsi, eminenti politologi e studiosi locali della politica si sono espressi con manifesti funebri ma, soprattutto, con striscioni appesi in giro per la città traboccanti insulti, un po’ di odio e, soprattutto, tanta, tantissima ignoranza.

Vincenzo Giovagnorio

Il sindaco, con la sua maggioranza, ha respinto al mittente «le sterili, strumentali, politicizzate polemiche che sono scadute nel vile e volgare attacco personalistico, poiché prive di costruttivo e serio dialogo interlocutorio – come si legge in una nota dell’Amministrazione tagliacozzana- . Oltre un migliaio di messaggi di solidarietà hanno incoraggiato il Sindaco ad andare avanti nella sua azione amministrativa, volta ad una lungimirante programmazione per la realizzazione di opere che faranno solo il bene della Città. Agli oppositori di minoranza e di maggioranza – prosegue la nota – , che mentono sapendo di mentire, resterà l’effetto boomerang che bugie e discredito hanno generato nel vano tentativo di disorientare la pubblica opinione. Non ci sono riusciti neanche questa volta. Tagliacozzo e i tagliacozzani non sono come loro, per fortuna della città e della collettività, non si sono lasciati ingannare da manifestazioni di odio e dissenso preconcetto, hanno capito che non saranno le minoranze e le critiche interne, dettate “dall’altra politica” che prima amministrava e prometteva e adesso critica e attacca e da certa stampa che punta provocatoriamente solo a discreditare la buona opera amministrativa – conclude la maggioranza di Tagliacozzo – , a far naufragare la possibilità di avere un Campus scolastico che sarà motivo di orgoglio per l’intera comunità».

Noi, però, due parole le vogliamo dire. Innanzitutto la solidarietà all’uomo ancor prima che al Sindaco. Le frasi scritte su quegli striscioni appesi per la città, dipingono e fanno il ritratto preciso di chi le ha scritte. Persone che, evidentemente, non han nulla da proporre di costruttivo e, quindi, sono in grado solo di portare l’insulto e il pettegolezzo becero e ripugnante nella vita cittadina. Noi ci auguriamo di tutto cuore che coloro che materialmente e/o come mandanti hanno compiuto un gesto del genere, siano stati ripresi da qualche telecamera di sorveglianza che, al di là dell’azione penale, che peraltro il sindaco ed i suoi pare non vogliano avviare, confidiamo possa svelare volti e identità di chi ha cercato di agire nella notte e nell’anonimato.