AVEZZANO – Giudizio sospeso in attesa di atti e fatti concreti ed ufficiali. Questa la posizione espressa, dopo due giorni di riflessione, da parte delle associazioni di categoria degli ambulanti a seguito del tempestoso Consiglio comunale del 29 aprile scorso.

Roberta Masci, Gianni Cioni e Carlo Rossi, quindi, non mollano di un centimetro, plaudono alla dichiarazione di intenti di riportare il Mercato del Sabato in centro ma, contestualmente, non si fidano e attendono che si operi realmente in tal senso. Gli stessi, quindi, anche a garanzia dei loro assistiti, chiedono al Comune di Avezzano di essere coinvolti direttamente, come organizzazioni di categoria e non come singoli, nei lavori che dovranno portare alla localizzazione dell’area, all’elaborazione del nuovo piano per il mercato e alla disposizione dei banchi.

Roberta Masci
Carlo Rossi
Giovanni Cioni

Questa la nota inviata da Roberta Masci (Cidec), Gianni Coni (Fiva-Confcommercio) e Carlo Rossi (Confesercenti): «Le Associazioni di categoria sospendono il giudizio in attesa che il mercato si svolga realmente nel centro cittadino. Tuttavia apprezzano la volontà del Consiglio comunale di riportarlo in centro, ad eccezione del vice presidente provinciale e consigliere comunale Alberto Lamorgese che, qualche minuto prima della votazione, ha abbandonato il Consiglio stesso.

Alberto Lamorgese, Lega

Non riusciamo a spiegarci il perché di ciò in quanto, il vice presidente provinciale, dovrebbe avere a cuore circa 100 famiglie di ambulanti che non riescono ad arrivare a fine mese a causa della delocalizzazione del mercato cittadino. Lamorgese, per di più, da poco passato in quota Lega, partito che a livello nazionale sta facendo molto per le micro imprese: flat-tax e rottamazione delle cartelle esattoriali ed infine, in favore proprio degli ambulanti, la fuoriuscita dalla difettiva europea Bolkestein fortemente voluta dal vice premier Matteo Salvini.

De Angelis e Presutti (Alle loro spalle il dirigente del Suap Paciotti)

Avremmo voluto sentire anche dalle voci del Sindaco e dell’assessore Crescenzo Presutti di essere favorevoli al ritorno del mercato in centro, ma non hanno proferito parola durante il Consiglio comunale.

Chiediamo che gli uffici comunali competenti – concludono le organizzazioni di categoria degli ambulanti – si mettano al lavoro sin da oggi e di essere coinvolte, come associazioni di categoria, nei lavori per la buona riuscita del progetto Mercato Cittadino in Centro».

Anche noi, unitamente ed al fianco degli ambulanti, delle loro organizzazioni e dei quattro del gruppo di Responsabilità Civica, Donato Aratri, Vincenzo Ridolfi, Antonietta Dominici ed Alessandro Pierleoni (foto), saremo attenti e testimonieremo passo passo tutto quanto si farà. I cittadini di Avezzano da oggi in poi sapranno minuto per minuto se la sera del 29 Aprile 2019, in Consiglio comunale, si è assistito ad una recita o, come sinceramente ci auguriamo, ad un atto di realtà politica, amministrativa e di ascolto della popolazione. MarsicaWeb ci sarà.