AVEZZANO – L’opposizione consiliare di Avezzano accoglie con soddisfazione la cancellazione del T-Red ma non demorde, anzi, torna ancora più alla carica.

In una nota congiunta, i sette consiglieri di opposizione, Babbo, Carpineta, Di Berardino, Di Pangrazio, Eligi, Gallese e Verdecchia, invitano De Angelis ad ammettere le proprie colpe e gli sbagli clamorosi frutto delle sue scelte personali ed insindacabili. Dopo aver fatto chiaramente intendere di interpretare le motivazioni del sindaco come un elegante volo pindarico, i sette dell’opposizione invitano chiaramente la popolazione a partecipare alla conferenza stampa che si terrà domani in Municipio, ad Avezzano, alle ore 11,30, e annunciano che in quella sede sveleranno tutti i segreti che si celano dietro questa vicenda.

Questa la nota dell’opposizione nel Consiglio comunale di Avezzano: «Relazionandosi finalmente con qualche  cittadino, il Dr. De Angelis ha ben compreso non solo di aver perso su tutto il fronte della viabilità e sicurezza, ma sopratutto dei mali che ha fatto all’intera città ed a tutto il popolo marsicano, visto che per sua insindacabile scelta nell’approvazione del bilancio preventivo durante il Consiglio comunale tenutosi in data 22.12.2018 (approvato a maggioranza), questi tanto volle mettere quelle poste meglio riportate a pagina 16, 17, 20 e 21 del relativo verbale, che soltanto chi legge può conoscerle e per tale motivo non alzare la manina in senso di approvazione, ma in senso di dissenso, visto che lo stanziamento di 2.000.000,00 di euro per gli anni per il 2019, 2020 e 2021 era di fatto lì incardinato e la relativa posta era indicata con la voce di entrata n. 3020101.

Peccato che il diavolo fa soltanto le pentole e non è solito fare i coperchi, visto che la popolazione intera, inferocita, non ha potuto far altro che domandarsi se vi fosse stata una consona campagna preventiva di conoscenza in relazione alla posa del T-RED o se fosse una soluzione di rozza politica economica tesa esclusivamente alla repressione, invece di salvaguardare la sicurezza del cittadino.

La risposta arriva subito a meno di 18 ore dall’annunciata conferenza stampa dell’opposizione su tale argomento, visto che in detta sede saranno annunciate tutte le malefatte su tale argomento da parte del primo cittadino e dei suoi compagni di maggioranza, visto che il suo comunicatore stampa si permette di asserire che ” a seguito delle sollecitazioni dei cittadini….. affinché fosse garantita maggiore sicurezza….. in virtù  degli incidenti dovuti alle violazioni al codice della strada…” per cui il fenomeno non poteva essere ignorato. Peccato che non vi sia stata alcuna sollecitazione di nessuno, peccato che dalla nostra consulenza tecnica di stimato professionista che andremo ad illustrare non vi sono stati incidenti di rilievo, peccato è non dire la verità: bisognava far cassa.

L’Opposizione nel Consiglio comunale di Avezzano

Quanto poi alle asserzioni  del dirigente di settore che “incredulo” asserisce : “…. il numero degli accertamenti delle infrazioni è tale che nemmeno l’amministrazione poteva immaginare un quadro così allarmante….”, sarebbe da domandarli del perché vi sono state tante violazione, perché siamo tutti diventati in un semestre un popolo di indisciplinati – compreso i sottoscritti – o se (esclusi i rarissimi casi di passaggio con il segnale rosso) tutte le altre infrazioni sono state dovute all’esito ingannevole della mancata decolarazione delle precedenti  strisce bianche con l’applicazione di una nuova striscia e la sua  anticipazione di mt 7,45 di talchè, per la durata dei 4 secondi del giallo vi è l’impossibilità di non commettere l’infrazione a meno che non si inchiodi rischiando un tamponamento da parte di chi viene da dietro o  se si accelera si viola altra norma al c.d.s.?

Ma di tutto questo e di molto altro ne parleremo nella nostra conferenza stampa di domani, sopratutto di come restituire i soldi a tutti i  cittadini che sono incorsi nelle “presunte” violazioni e che hanno pagato e che agiranno in autotutela o di chi ha impugnato le sanzioni amministrative che vedrebbe l’amministrazione essere palesemente soccombente  e sopratutto di chi ha gestito  in modo inidoneo la spedizione delle sanzioni amministrative e sopratutto se esiste un affidamento diretto a quale società esperta nel settore e dove essa abbia la sua collocazione geografica e quale sia stato il suo aggio.

Caro Sindaco, ammetta la sua ennesima sconfitta su tutti i fronti, chieda scusa ai cittadini dell’intera Marsica e non pensi di reiterare i suoi errori  ricollocando il T-RED in altri incroci. NESSUNO LO CONSENTIREBBE MAI!! – I Consiglieri di opposizione».

E come concluderebbero gli autori dei cartoni animati giapponesi, meglio noti come “Anime”, SEGUE…