CELANO – “Nella seduta del consiglio provinciale di venerdì scorso per l’approvazione del bilancio di previsione e del piano triennale delle opere pubbliche della Provincia de L’Aquila, sono stati inseriti per l’anno 2019 anche i lavori di rifacimento della sede stradale della SP 19 Ultrafucense che collega Borgo Strada 14 a Borgo Ottomila, che versa in stato di degrado e di pericolo per gli automobilisti, come sollecitato più volte anche dal nostro Assessore all’agricoltura Domenico Fidanza per l’impegno profuso in questo progetto”, a comunicarlo in una nota diffusa è il Sindaco di Celano, Settimio Santilli.


“I lavori dovrebbero partire entro l’anno. L’obiettivo è quello di programmare ulteriori lavori per la messa in sicurezza totale della SP19, snodo di collegamento sempre più cruciale soprattutto per i mezzi pesanti.
Ringrazio il consigliere Gianluca Alfonsi, Presidente della commissione viabilità, per aver dato ascolto e seguito alla nostra istanza e al contempo mi congratulo con lui per la passione e l’abnegazione che profonde per il nostro territorio.
Dal confronto, dall’ascolto e dalla condivisione dei problemi, nascono sempre le migliori soluzioni”.

“Abbiamo stanziato 600.000 €, che rientrano nell’ambito degli investimenti per la messa in sicurezza delle principali strade della Marsica, quelle che a nostro parere e di vari sindaci del nostro territorio, sono inadeguate per la viabilità e che quindi hanno bisogno di priorità” – dichiara Alfonsi, raggiunto telefonicamente dalla nostra redazione.

“Ringrazio il Sindaco di Celano per lo spirito costruttivo dimostrato e con cui abbiamo aperto una fattiva collaborazione, fondamentale per portare a termine i progetti messi in cantiere, in cui rientra anche la messa in sicurezza della SP125. Abbiamo avuto modo di accogliere le proposte che ci sono arrivate anche dalle Associazioni dei familiari delle vittime della strada, che quanto noi tengono all’incolumità degli utenti e si battono ogni giorno affinché la sicurezza stradale sia riconosciuta come un diritto per salvaguardare la vita umana”.