AVEZZANO – Tra un T-Red e una nuova giunta, il mercato da spostare, quasi fosse una auto in divieto di sosta, e una maggioranza da ricostruire, questa Amministrazione di Avezzano latita, secondo il segretario del Pd di Avezzano, Giovanni Ceglie, sul tema principe: il lavoro. Il lavoro perso, il lavoro da trovare, il lavoro da creare, il lavoro e le forze lavoro da riportare in città, viste le centinaia di ragazzi che se ne vanno verso lidi migliori. Ceglie ricorre ad una metafora tutta partenopea, quella della cosiddetta “Ammuina” e del detto “Facite Ammuina!” che letteralmente vuole significare “fate cas…” confusione, insomma, tanto per confondere le idee a dare l’apparenza di un grande impegno o di un grande lavoro in corso.

Questa la nota integrale diffusa dal segretario Pd di Avezzano, Giovanni Ceglie: «Si racconta che nella Real Marina del Regno delle due Sicilie fosse in vigore un presunto regolamento da adottare quando veniva in visita qualche reale, in modo da impressionarlo con l’operosità dell’equipaggio. Regolamento dal nome inequivocabile di “Facite Ammuina”.

Il Regolamento “Facite Ammuina”

Questo presunto regolamento diceva che chi si trovava a prua doveva andare a poppa, chi si trovava a dritta doveva andare a manca, quelli sottocoperta dovevano andare sopra il ponte, passando però tutti dallo stesso boccaporto.

Insomma si creava una confusione (sterile) che in lontananza era scambiata per operosità dal sovrano di turno in visita.

La stessa confusione sembra regnare nel nostro Comune. In meno di due anni si sono avvicendate tre giunte, tre Vice Sindaci; si avvicendano un Assessore ogni mese e mezzo e un cambio di casacca dei vari consiglieri ogni trimestre, quasi tutti civici, che diventano dei partiti più disparati.(escludendo i coerenti PD e 5 Stelle).

Insomma civici che si vergognano di presentarsi come partiti, ma poi si fanno arruolare per avere maggiore visibilità.

Durante questo continuo rimescolamento di nomi e di alleanze sembra che molte attività importanti abbiano preso piede in città, come lo spostamento del Mercato, la pista ciclabile, il semaforo T-Red.

Giovanni Ceglie

Ma alla fine era come nel regolamento della Real Marina, solo confusione per impressionare la gente. Il Mercato, infatti, tornerà al Centro, dopo svariate proteste. Il Semaforo T-Red è stato spento per esasperazione della popolazione falcidiata da multe camuffate dalla necessità di sicurezza dell’incrocio. Ed anche la pista ciclabile troverà pace da qualche altra parte della città, perché completamente ignorata dalla gente.

In città, però, c’è un’emergenza, che rappresenta il vero problema cittadino e territoriale, il lavoro! Chi se ne occupa? Beh, questo è un argomento di difficile soluzione; quindi la parola d’ordine che regna nell’Amministrazione è quella della Real Marina: ”Facite Ammuina”. – Il Segretario del PD di Avezzano Giovanni Ceglie».