AVEZZANO – Un affondo di fioretto, all’amministrazione De Angelis, quello dall’avvocato Leonardo Rosa (foto in basso), Consigliere di Fratelli d’italia, che solleva ancora una volta lo stallo e la corsa alle poltrone nel Comune di Avezzano, lasciando la città nella confusione totale.

«Era il 31.3.2019 quando “i civici” chiedevano una riunione in ordine alla questione del semaforo killer.

Il 1.4.19 sulla stampa cartacea locale veniva riproposta la questione del semaforo sotto altra angolazione: la necessità di “sradicare i civici” che avevano osato sollevare la questione del mercato e quella del semaforo. Il Sindaco taceva, mentre qualcuno, oggi nuovamente assessore, aveva definito “metodi da prima repubblica” il tentativo di soffocare una democratica discussione sul punto.

A distanza di oltre 2 mesi il Sindaco non ha inteso fare una sola riunione di maggioranza per affrontare le citate tematiche.

Il 31.5.2019 il Consigliere FDI Rosa Leonardo tornava a sollevare l’argomento “semaforo killer” e nulla accadeva …. nonostante la denunciata emergenza sociale.

Il 1.6.2019 la stampa tornava nuovamente sull’argomento in modo dirompente con le molteplici pronunce giudiziarie di annullamento e la c.d. maggioranza rimaneva nuovamente sorda mentre il Sindaco preannunciava una futura riunione con il Dirigente della Polizia Locale (casomai a data postuma quella di approvazione del bilancio).

Per quanto è dato sapere le multe elevate ammontano ad oltre 13.100 di cui oltre 10.000 riguardano lo scavallamento della linea. E nessuno profferisce il nome dell’assessore responsabile di questo caos, come pure nessuno riferisce ai Consiglieri con quale assessore il dirigente ha deciso di assumere una simile iniziativa.

Nel frattempo i civici Ridolfi, Dominici, Aratari e Pierleoni sono stati oggetto della soluzione finale ebraica mentre il Sindaco dialoga molto con alcuni gruppi, tralasciandone altri, pure appartenenti al cosiddetto centrodestra.

Ad alcuni consiglieri si assicura il raddoppio delle cariche mentre quelle di spettanza di altri vengono offerte ora ad un partito ora ad un altro.

Dopotutto il Sindaco, che ha ben a mente l’etica della politica, cosa dovrebbe fare? Parlare dei suoi programmi che nessuno dei consiglieri sa come e quando attuare, oppure assecondare la vile aspettativa sulle poltrone?

Non è forse vero che una giunta così composta, consente al Sindaco di andare in bici senza pedalare?

E se in virtù di quel principio di discontinuità ed alternanza dal Sindaco decantato nel suo ultimo sermone all’UDC, i consiglieri procedessero a una riunione di maggioranza ove chiedere l’azzeramento di tutte le poltrone, nessuna esclusa, parlare di programmi e solo all’esito valutare se  procedere ad una corretta ricomposizione degli equilibri non solo nell’esecutivo?

Il prossimo consiglio comunale fissato per sabato 8 giugno è alle porte e l’unico mercato riportato in centro è quello che si celebra nelle stanze comunali per il commercio delle poltrone usate».

Aurelio Bruni

A concludere il comunicato di Rosa anche Aurelio Bruni che condividendo le parole del consigliere di FdI afferma: «Con coerenza restiamo sui temi portati avanti fin dall’inizio. I cittadini di Avezzano vogliono risposte e chiarezza su quei punti che invece ad oggi restano in completo stallo».