AVEZZANO – Dopo le catechesi di padre Gaetano Piccolo e di don Tony Drazza, che hanno ottenuto un grande successo, nella serata di venerdì 14 giugno alle ore 21, presso la sala del seminario di Avezzano, si terrà la terza catechesi dal titolo “Il mio corpo per costruire una storia di vita e di amore”. Animatore di tale catechesi sarà padre Maurizio Botta, dell’Ordine Secolare dell’Oratorio di San Filippo Neri, volto noto della televisione e molto attivo tra i giovani. Seguendo le parole di papa Francesco, che danno il titolo a tale evento, parlerà ai giovani di sessualità, amore e corporeità alla luce del messaggio cristiano e delle parole del sommo pontefice.

Ad organizzare tale catechesi è l’ufficio diocesano e l’equipe di pastorale giovanile guidata da don Antonio Allegritti, con il prezioso sostegno del vescovo dei Marsi mons. Pietro Santoro. Tale iniziativa rientra nell’itinerario di formazione e catechesi del 2019 dal titolo “Con i giovani, strada facendo. Un sentiero dedicato ai giovani dai 14 ai 35 anni ma anche a chi si sente giovane nello spirito.

Ricordiamo che padre Maurizio Botta è prefetto dell’Oratorio Secolare fondato da San Filippo Neri e vice parroco della stupenda basilica romana di Santa Maria in Valliccella, luogo di sepoltura di Pippo Buono (San Filippo Neri, come veniva chiamato a Roma). È volto noto della tv, famosa è la sua apparizione nel programma televisivo delle “Iene” e di Tv2000: collabora con l’ufficio catechistico della diocesi di Roma. Nello scorso 10 maggio è stato protagonista, insieme ai giovani, della visita alle sette chiese di Roma, un antico pellegrinaggio tra le basiliche principali di Roma tanto caro a Filippo Neri.