AVEZZANO – Una giornata che deve segnare la coscienza di ogni individuo e comprendere che donare è vita.

In occasione della Giornata Mondiale del Donatore di sangue ed emoderivati 2019, Venerdì 14 giugno 2019 dalle ore 09,30 alle ore 20, saranno presenti ad Avezzano, presso il centro commerciale “I Marsi”: organizzatrice e capo fila l’ Avis Provinciale dell’Aquila, la Cri sezione di Avezzano, la Fratres di Magliano dei Marsi e  Vas di Avezzano.

La   manifestazione   viene   organizzata   il   14   giugno   di   ogni   anno, giorno di nascita, nel   lontano   1868,   dello   scopritore   dei   gruppi   sanguigni   Karl Landsteiner, a cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 2004 ha dedicato, appunto, la ricorrenza. Un’occasione per comprendere il grande e importante concetto della donazione. Tante le parole profuse per diffondere la cultura della donazione, ma il vero significato è che donare il sangue è un gesto di solidarietà che aiuta a salvare vite umane.  Il Presidente AVIS Provinciale dell’Aquila Antonio Giovanni Iulianella dichiara: «L’evento   è   anche   l’occasione   per   ringraziare   i   molti   volontari   che periodicamente, in forma anonima e gratuita, con il loro gesto di solidarietà garantiscono l’autosufficienza a livello nazionale».

«Vorrei sottolineare il valore e il significato dell’unione di tutte le associazioni per avvallare l’importanza della giornata, soprattutto a tutela di chi ha necessità ma anche di chi è donatore. Farci vedere uniti è importante, sperando che tutti siano solidali e uniti nel momento dell’altrui bisogno» così si è espresso Giulio Panecaldo, Coordinatore Provinciale Vas.

«La Fratres è un’associazione che nasce in collaborazione come costola delle confraternite della Misericordia, crede nell’importanza della donazione come gesto di solidarietà e generosità – ha voluto precisare Bernadetta Morgante, Presidente del gruppo di Magliano, referente per l’Abruzzo – . Questa giornata rappresenta comunque un grande passo, soprattutto perché è realizzata in contemporanea in tutto il mondo. Il vantaggio non è solo indubbio per chi riceve ma anche per chi dona, in quanto è continuamente monitorato per la sua salute, non solo con controlli di routine».

Elena Flaviani – Comitato CRI Avezzano- ha evidenziato quali le azioni strategiche per la diffusione della donazione del sangue. «Ritengo che sarebbe necessario interfacciarsi direttamente con i gruppi, e non solo con le singole persone. Entrare nelle università, andare sui posti di lavoro, così da poter coinvolgere tutti. Purtroppo sono attività che devono essere svolte di continuo, perché l’unico modo per incentivare la donazione è sensibilizzare il cittadino. Non bisognerebbe attendere la giornata mondiale del donatore, ben venga, però è necessario generare la cultura al gesto della donazione». Il Vice Presidente provinciale AVIS L’Aquila Lorenzo Fallocco è il coordinatore dell’evento. Un invito è rivolto in particolar modo ai giovani affinché possano recepire il grande messaggio della solidarietà con il gesto della donazione del sangue. “Sangue sicuro per tutti – Dona sangue, salva la vita”. Questo lo slogan scelto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per la Giornata Mondiale del Donatore 2019. La manifestazione è patrocinata dalla Fondazione Carispaq, dalla Bcc e dalla Direzione del Centro Commerciali “I Marsi”.