AVEZZANO. DECEDUTA LA DONNA CARDIOPATICA RICOVERATA PER LEGIONELLA

AVEZZANO – Caso di legionella nella Marsica, è deceduta nel tardo pomeriggio di ieri una donna che faceva parte dei quattro ricoveri avvenuti nell’ospedale di Avezzano nei giorni scorsi.

La causa ufficiale del decesso sarebbe per infarto, infatti la donna, ricoverata qualche giorno fa, aveva una grave cardiopatia pregressa e per la quale era sotto terapia. La legionella, contratta successivamente, avrebbe solo aggravato il suo stato di salute. Le sue condizioni, infatti, sarebbe gradualmente peggiorate nonostante i tentativi dei medici del reparto Malattie Infettive di Avezzano, di cercare di farle superare l’infezione contratta. Purtroppo la grave situazione legata allo stato di paziente cardiopatica di una certa gravità, non ha consentito di salvarle la vita.

La Asl, che conferma l’inesistenza di allarmi particolari per la popolazione anche perché la legionella non è una malattia contagiosa, da notizia del persistere degli altri tre ricoveri, uno solo di essi ancora piuttosto grave. Tutti i pazienti ricoverati sonno stati sottoposta ad accertamenti mirati e successive cure antibiotiche.

Il servizio igiene e prevenzione della Asl, ad ogni modo, sta effettuando accertamenti sui luoghi frequentati dai quattro ricoverati. L’ipotesi più probabile resta quella di luoghi privati, frequentati dai quattro, scollegati fra loro, per motivi diversi e nei quali era presenta una tubatura vecchia, o rubinetti mai usati o condizionatori sporchi o senza manutenzione, dai quali si è potuta contrarre la malattia.

Ad ogni modo la situazione è assolutamente sotto controllo e, negli ultimi giorni, non ci sono stati più ricoveri legati a questa malattia.