A CAPISTRELLO TORNA “ARZIBANDA”

CAPISTRELLO – Tutto pronto a Capistrello per la 23^ edizione del Festival di musica, teatro e arte varia  “Arzibanda”, in programma dal 18 al 21 luglio nel borgo rovetano.

L’evento è uno dei più attesi e originali del Centro Italia grazie all’ eterogeneo programma artistico, che da anni vede in scena la musica indipendente e le più diverse forme artistiche mescolate attentamente dall’organizzazione, per dar vita ad un’esperienza unica, una vera e propria “Arzibanda” (un termine che nel dialetto locale vuol dire far rumore, fare festa).

La suggestiva Location del centro storico di Capistrello ha costituito sin dalla prima edizione  un importante luogo di aggregazione; l’Organizzazione è stata capace di esprimere al meglio le sue caratteristiche trasformandolo in un villaggio teatrale, un luogo aperto di incontro, di arte, convivialità, spettacoli e  occupando i suoi spazi con installazioni luminose e realizzando significativi murales.

Tanti artisti di strada e concerti attesissimi, come quello del cantautore fiorentino Bobo Rondelli in programma Sabato 20 Luglio, che torna a Capistrello dopo 5 anni in occasione della tournée celebrativa di uno dei suoi dischi più apprezzati chiamato “Per l’amor del cielo”.

Gli altri ospiti musicali saranno Carmelo Pipitone (fondatore dei Marta sui Tubi) giovedì 18, Johnny Dal Basso venerdì 19 e, a conclusione del festival, I Matti delle Giuncaie e il loro irresistibile folk domenica 21 luglio.

Novità di quest’anno è sicuramente la partnership con il Ministero della Cultura Messicano. Arzibanda, infatti, sarà impreziosita dalla presenza degli Xa-Lisco, un ensemble di musica messicana che ha come obiettivo quello di esportare il Son Jarocho, uno degli stili musicali più rappresentativi del Paese. Insieme a loro, sempre dal Messico, ci saranno poi Alan Okeda e Bruno Morello, due muralisti chiamati a ridisegnare due pareti del centro storico per proseguire un lavoro di rivalutazione artistica iniziato già da qualche anno a questa parte con i precedenti lavori degli artisti  Alleg (Ideatore e realizzatore anche del Murales dedicato a Fontamara ad Aielli) e Dino De Vecchis.

Non solo arte, Arzibanda sarà anche sport e natura. Infatti Sabato 20 Luglio alle ore 8:30 ci sarà il “trekking paesano”, ideato insieme alle associazioni “EthnoBrain Marsica” e “Amici dell’Emissario”, una passeggiata con destinazione finale il parco archeologico dell’Emissario di Claudio, accompagnati da “David” a cavallo della “Joelette”, la speciale carrozzina che permette alle persone con disabilità motoria di muoversi lungo sentieri e strade anguste.

E poi ancora “Arzigravity Primi Passi” (Sabato 20 e domenica 21 Luglio), uno stage di arrampicata ed attività motorie per bambini dai sei anni in su promosso in collaborazione con la palestra Zero Gravity.

In un anno particolarmente difficile per i festival indipendenti, in cui solo in Abruzzo si sono spente le luci di diverse manifestazioni tra cui il Siren Festival di Vasto o l’Indievisibile Festival di Torano Nuovo, resiste Arzibanda, l’evento che mosso dall’organizzazione dell’omonima associazione culturale cerca di tenere alta l’attenzione sullo spopolamento del centro storico comune a tante aree interne.