SABATO 3 AGOSTO RIAPRE IL CENTRO VISITA DEL CAMOSCIO A ROVERE

I visitatori potranno osservare con i binocoli gli esemplari presenti nell’area faunistica per un progetto di reinserimento. La struttura sarà punto informativo e di educazione ambientale.

ROVERE – Sabato 3 agosto a Rovere (Aq), aprirà visitatori il Centro Visita e punto
informativo del Parco naturale regionale Sirente Velino, dedicato al Camoscio D’Abruzzo.
Il Centro, gestito dal Parco attraverso il personale di Sherpa ed Ambecò, responsabili del Centro di
educazione ambientale dell’Ente, offrirà ai visitatori la possibilità di conoscere il Camoscio attraverso “murales” che riproducono il suo habitat, pannelli illustrativi e un plastico ed una teca contenenti alcuni esemplari “dell’ungulato”.

DESLa struttura offrirà, grazie alla presenza di un’aula didattica, la possibilità di ospitare gruppi e scuole per laboratori di educazione ambientale.
Molto vicino al centro, nel suo ambiente naturale vi è un’area faunistica ospitante diversi esemplari di camoscio. Area prevista nell’ambito di un progetto per la riproduzione e reintroduzione della specie all’interno del Parco Regionale Sirente Velino. Attraverso l’ausilio di binocoli i visitatori, come veri esploratori, potranno osservare gli animali dall’interno del centro visita senza arrecare alcun disturbo.

Il Centro visita del Camoscio e la sua area faunistica, insieme al Centro visita del Capriolo e alla relativa area faunistica presente a Fontecchio, rappresentano un valido punto di contatto tra i visitatori ed il Parco per azioni di sensibilizzazione, educazione e informazione sul rispetto dell’ambiente.

L’inaugurazione del Centro, alla presenza delle autorità, è prevista per venerdì 9 agosto alle ore 17.
È volontà del Commissario dott. Igino Chiuchiarelli e, a nome dei Sindaci, del Presidente della Comunità del Parco Francesco D’Amore, di fare in modo che le strutture realizzate dall’Ente, Centri Visite, Punti Informativi e quant’altro, tornino a funzionare a pieno regime e ad arricchire di contenuti la storia ambientale di questi territori.