EX LFOUNDRY. LE SEGRETERIE PROVINCIALI METALMECCANICHE CHIEDONO UDIENZA A PASSEROTTI

Fim, Fiom e Uilm pronte a relazionare il Commissario prefettizio di Avezzano su situazione e preoccupazioni circa lo stabilimento

AVEZZANO – Ex LFoundry ora Wuxi, i sindacati metalmeccanici provinciali e la Rsu di stabilimento, a poche settimane dalla elezione della nuova rappresentanza, chiedono udienza al Commissario prefettizio di Avezzano, Mauro Passerotti.

La lettera, firmata dal segretario della Fim-Cisl Antonello Tangredi, ma a nome anche di Fiom-Cgil e Uilm-Uil, riguarda la situazione che si sta creando nello stabilimento dopo il closing con l’entrata della Wuxi, e le preoccupazioni per il futuro produttivo ed occupazionale di quello che resta il più grande stabilimento della provincia e uno dei più importanti della regione.

ANTONELLO TANGREDI 2

Antonello Tangredi, Fim-Cisl

Questa la richiesta inviata al Commissario Passerotti: «Spett.le Dott. PASSEROTTI,

le scriventi OO. SS., titolari, unitamente alla R.S.U. di stabilimento, delle relazioni sindacali e industriali con la LFoundry s.r.l. di Avezzano, Le chiedono un incontro urgente, alfine di poterLe esternare pensiero e preoccupazioni, rispetto allo stato attuale della situazione “industriale – finanziaria – occupazionale – della più grande fabbrica della Provincia e, magari, provare a percorrere un percorso univoco che porti ad un incontro con la Società stessa, tenuto debito conto che, in pochi mesi ci sono stati ulteriori 2 passaggi Societari e, tanto le OO. SS., tanto i dipendenti, hanno infinitesimali informazioni, circa i medesimi passaggi, tanto i loro effetti.

 

i-270-215-commissariopasserotti270ssss

Il Commissario Mauro Passerotti

Il Sindacato tutto sta cercando di monitorare la situazione ma, quando non trova risposte dalla controparte (richiesta d’incontro alla LFoundry di oltre 3 settimane fa rimasta inevasa + tavolo Ministeriale aperto a novembre 2018 – morto li !! -) non gli rimane altro che, rivolgersi a chi, come in questo caso Lei, può provare a mettere ordine alla vertenza.

Nel chiederLe, pertanto, di poter ricevere a stretto giro di posta le scriventi e la R.S.U. di stabilimento, si rimarca il fatto che, quest’azienda, in termini d’importanza socio – economico – occupazionale, con le debite proporzioni geografiche e di popolazione, può essere perequata alla vertenza ex ILVA di Taranto.

In attesa di Suo certo riscontro, s’inviano i migliori riguardi. – Avezzano, 13.08.19 – Per FIM-FIOM-UILM, Antonello TANGREDI».