TRASACCO. CONCLUSE LE FESTE IN ONORE DEI SANTI PATRONI E DELLA LA MADONNA DI CANDELECCHIA

IMG_20190901_220921

TRASACCO – “Celebrare San Cesidio non è soltanto ritrovare l’identità storica, umana e cristiana della terra di Trasacco. Il ricordo viene riportato nell’oggi e questa celebrazione rende presente Cesidio in mezzo a noi”. Queste parole pronunciate da mons. Pietro Santoro vescovo dei Marsi in occasione della messa di San Cesidio possono ben spiegare il clima di festa e devozione che si è potuto respirare nei giorni 29-30-31 agosto e 1 settembre in occasione delle feste patronali.

Nonostante il cattivo tempo, che ha accompagnato ogni singolo giorno delle feste patronali, le celebrazioni si sono svolte sempre nel solco della tradizione. La festa in questione è iniziata nella mattinata di giovedì 29 agosto con i colpi scuri per poi proseguire nel pomeriggio con un programma tutto dedicato ai piccoli: dalle ore 15 alle ore 19 presso le giostre di Baldassarre Gianni ci sono stati i giochi per bambini con zucchero filato, mascotte e gadget messi a disposizione dalla farmacia “Pensa alla Salute” ed offerti dal comitato feste 2019. Mentre, in serata sotto una fitta pioggia, si è svolta la consueta maratona notturna che anno dopo anno sta entrando nel tessuto delle tradizioni di Trasacco. Alle ore 22, presso Piazza Matteotti  lo spettacolo del simpatico comico Uccio De Santis.

IMG_20190901_220659

Venerdì 30 agosto, giorno della vigilia della festa, la giornata è iniziata con i consueti colpi scuri ed il giro del paese fatto dal complesso bandistico “Città di Lecce nelle Puglie”. Nel pomeriggio si è ripetuto la tradizionale accoglienza dei pellegrini che annualmente partono da San Donato Val Comino (FR) per arrivare a Trasacco, sempre nel segno di San Cesidio. La celebrazione eucaristica, celebrata all’interno di piazza San Cesidio e Rufino, è stata officiata da mons. Gerardo Antonazzi vescovo di Sora, Cassino, Aquino e Pontecorvo. La serata dei venerdì 30 si è conclusa con i concerti della banda musicale “Città di Lecce nelle Puglie” alle ore 21;30 presso Piazza San Cesidio e della Cover dei Pooh alle ore 22 in piazza Matteotti.

Sabato 31 agosto, giorno di San Cesidio, la comunità di Trasacco si è preparata nel migliore dei modi per celebrare il proprio santo patrono. Dopo i consueti colpi scuri, nel centro di Trasacco si è snodata l’antica fiera di San Cesidio: un meltig pot di prodotti e di volti. Alle ore 10;30 è stata presieduta da mons. Pietro Santoro vescovo dei Marsi la solenne celebrazione eucaristica in ricordo di San Cesidio: ne è seguita la tradizionale processione con la reliquia del braccio del santo. Due appuntamenti hanno scaldato la notte di San Cesidio: alle ore 21;30 il complesso bandistico Città di Lecce nelle Puglie si è esibita in piazza San Cesidio mentre alle ore 22, mentre in piazza Matteotti, c’è stato il concerto della Cover di Vasco Rossi.

La giornata del 1° settembre, dedicata alla Madonna di Candelecchia, ha segnato la conclusione delle feste patronali. I colpi scuri mattutini hanno aperto la festa mentre le note della banda musicale Leoncini d’Abruzzo si facevano largo tra i vicoli del paese. Per via del maltempo non è stato possibile celebrare la solenne processione con il quadro della Madonna di Candelecchia; nonostante ciò, alle ore 22 in piazza Matteotti, è andato in scena il concerto dei Ricchi e Poveri con un nutrito pubblico al seguito.

Nonostante qualche polemica per via delle conigliette di Play Boy invitate in un noto locale del luogo che ci riporta alle parole della poesia di Fabrizio De Andrè “Bocca di Rosa”: “si porta a spasso per il paese l’amore sacro e l’amor profano”, le feste patronali di Trasacco hanno riscosso un notevole successo. Il nostro plauso va al comitato feste 2019 e all’intera comunità trasaccana.