EUROPA LEAGUE, ROMA BATTE ISTANBUL BASAKSEHIR 4-0

4-0 al Basaksehir: primo tempo di fatica, poi autogol sblocca

La Roma di Paulo Fonseca non si ferma e nella prima europea travolge 4-0 la squadra turca guidata da Okan Buruk.

I giallorossi vanno in vantaggio alla fine di un noioso e difficile primo tempo con l’autogol di Caicara e si scatenano nella ripresa dando spettacolo con Dzeko, autore della seconda rete, e Zaniolo che mette la firma sulla terza rete, impreziosendo una super prestazione. Al terzo minuto di recupero arriva il poker servito da un ottimo Kluivert.

Bene anche Pastore entrato a sorpresa dall’inizio e applaudito calorosamente dai 21.000 dell’Olimpico.. Come detto da Fonseca alla vigilia per la prima di Europa League spazio al turnover. In difesa rispetto alla gara di domenica scorsa col Sassuolo sulla fascia destra out Florenzi, dentro Spinazzola. Confermato Kolarov a sinistra, al centro coppia centrale Jesus-Fazio. In mezzo esordio dal 1′ per Diawara, affiancato da Cristante. Zaniolo torna titolare ma sulla fascia destra, perché alle spalle di Dzeko sulla trequarti c’è la sorpresa Pastore. A sinistra parte Kluivert.

Pronti via con una Roma subito arrembante all’assalto dei turchi, prima con Zaniolo e poi con Cristante. Sembra il via di un primo tempo divertente all’insegna del gol ma la partita si spegne quasi subito: i giallorossi appaiono troppo timidi di fronte ad un Basaksehir molto ordinato nel palleggio e capace di rendersi pericoloso in contropiede. Quando ormai la prima frazione, a prova di sbadiglio, sembra destinata a chiudersi sullo 0-0 arriva il gol del vantaggio romanista grazie alla goffa autorete di Júnior Caiçara: palla sulla trequarti per Zaniolo che viene atterrato da un avversario, l’arbitro lascia proseguire perchè la sfera finisce sui piedi di Džeko che accelera e premia l’inserimento sulla destra di Spinazzola, il cross basso del numero 37 è teso e Caiçara nel tentativo di allontanare dentro l’area piccola infila la propria porta. Roma avanti 1-0 e tutti negli spogliatoi.

La squadra di Fonseca riparte a razzo nella ripresa con Dzeko pericolosissimo in più occasioni. Il bomber bosniaco prima si vede annullare un gol e poi fa centro grazie ad una bellissima incursione di Zaniolo che mette sul piatto d’argento al n.9 giallorosso il gol del 2-0. La Roma non si ferma e dopo un’altra serie di azioni pericolose ecco il 3-0 firmato da un ispiratissimo Zaniolo: Pellegrini serve Kolarov sulla sinistra, cross basso al limite dell’area per Kluivert che chiede il triangolo in zona centrale a Džeko, il bosniaco invece allarga per Zaniolo che con il sinistro a giro piega la mano di Mert Günok e realizza il gol che chiude definitivamente il match. E Fonseca ne approfitta per far rifiatare i suoi in vista della trasferta di Bologna in campionato: dopo Pastore, rilevato da Pellegrini e salutato dal pubblico con un bel applauso per il suo buon secondo tempo, esce anche Dzeko che cede il posto a Kalinic al suo esordio all’Olimpico. Alla fine del match c’è tempo anche per il 4-0 firmato da Kluivert: Spinazzola trova Zaniolo a centrocampo, il numero 22 col controllo orientato si apre la visuale sul fronte offensivo dove il giovane olandese detta il passaggio in profondità e arrivato sulla destra dell’area si porta la sfera sul sinistro e realizza con un potente rasoterra sul secondo palo. (ANSA)