L’ARBITRO DI SERIE A ALEANDRO DI PAOLO INCONTRA LA SQUADRA DI CALCIO FCD CERCHIO

CERCHIO – L’Amministrazione comunale di Cerchio, nella persona del sindaco Gianfranco Tedeschi e dell’assessore allo sport Franco Paolini, ha ospitato nei giorni scorsi l’arbitro di calcio dei serie A Aleandro Di Paolo.

Nell’incontro, avvenuto nel bar “Il Chiosco” di Aielli, l’arbitro ha parlato ai ragazzi della squadra FCD Cerchio dell’importanza del  rispetto, delle regole e della sensibilizzazione nel mondo dello sport, e del calcio in particolare.

Rivolgendosi ai giocatori, Di Paolo ha esordito dicendo:“Ho iniziato 26 anni fa, quando avevo 16 anni, ad avvicinarmi al mondo del pallone. Ero appassionato di sport ma non ho potuto frequentare molto la scuola calcio. Erano altri tempi, i genitori non avevano possibilità di far seguire ai figli  il campo di gioco,  più delle volte  per situazioni economiche, ma anche per grandi impegni lavorativi.  Ho iniziato a pensare allora all’arbitraggio, perché mi dicevano che si poteva entrare gratis allo stadio e in più. che ci sarebbe stato un rimborso spese. Io ero appassionato di calcio, ho seguito un amico e ho iniziato il corso da arbitro. Lui ha lasciato quasi subito, io invece ho continuato fino ad arrivare a questo punto della mia carriera. Ho iniziato con le giovanili, poi tutte le categorie. Otto anni fa sono arrivato in serie B, successivamente in serie A e da quest’anno sono specializzato con il VAR. Durante gli incontri con i ragazzi come voi, spiego sempre chi è l’arbitro e quali sono le sue mansioni quando deve dirigere le gare, soprattutto quelle di categorie inferiori. Noi  dobbiamo rapportarci con i bambini, e il direttore di gara deve essere considerato soprattutto come una persona che presta un servizio, che deve cercare di fare nel miglior modo possibile. Credo importante far passare il messaggio che la figura dell’arbitro  non debba essere presa di mira, soprattutto  con le ingiurie che sentiamo sempre, da parte dei genitori, molto poco educative per i piccoli calciatori”.

“Torno spesso nella mia terra d’origine, frequento sempre i miei amici. Per me è importante farvi comprendere quello che faccio, trasmettervi la mia passione e raccontarvi le mie esperienze  e i miei sentimenti. Credo sia importante farvi capire ciò che provo, la difficoltà di essere in mezzo al campo e prendere decisioni che possono essere contrastate dai tifosi,  decisioni imparziali che  meritano un rispetto maggiore della figura professionale.”.   

 

Gianfranco Tedeschi sindaco di Cerchio, al termine dell’incontro, ha dichiarato: “Una serata eccezionale. Un ringraziamento al grande Di Paolo per aver accettato l’incontro con i giocatori della FCD Cerchio. Un’occasione per sensibilizzare i nostri ragazzi  che non rimarrà isolata, in quanto questa amministrazione intende promuovere ogni forma di cultura così  come quella sportiva.“.

L’amministrazione di Cerchio ha ospitato con orgoglio e gioia il professionista Aleandro Di Paolo, soprattutto perché  ha accettato l’invito proposto da un piccolo centro come il nostro” – ha dichiarato l’assessore allo sport Franco Paolini “ ringraziamo altresì  il giocatore Alex Amiconi che ha fatto da ponte tra l’arbitro e l’Amministrazione. Speriamo sia questo l’inizio di una lunga serie di incontri, anche per gli altri paesi che hanno, come noi bisogno di queste iniziative”.