NUOVA STAZIONE ELETTRICA DI CELANO, IL 22 NOVEMBRE IL “TERNA INCONTRA”

CELANO – Giornata informativa sul progetto e sulle attività nel Comune di Celano. Il cantiere più grande che verrà avviato nel 2019 in Abruzzo.

A circa un anno dalla sigla della Convenzione e del Protocollo d’Intesa tra Terna S.p.A. e Comune di Celano, relativi alla realizzazione della nuova stazione di smistamento di 150 kV e delle relative linee di raccordo, e dopo quasi 10 anni dall’avvio dell’iter amministrativo risalente ormai al dicembre 2010 e conclusosi con il recente assenso di tutti i Ministeri statali interessati, venerdì 22 novembre verrà presentato ufficialmente presso la sala consiliare del Comune di Celano nel corso del “Terna Incontra”, il progetto che renderà più sicura ed efficiente la rete elettrica di tutto il Centro Italia.

Si tratta del più grande riassetto della rete locale mai fatto sul territorio, il che da contezza di quanto strategica ed importante sia l’opera per lo sviluppo del territorio marsicano. La nuova stazione elettrica sarà realizzata nelle vicinanze dell’incrocio tra le doppie terne a 150 kV (Collarmele-Acea Smistamento Est/Tagliacozzo e Avezzano-Rocca di Cambio/Collarmele). A tale nuova stazione saranno raccordate le linee in doppia terna di Collarmele, Tagliacozzo, Avezzano, Rocca di Cambio e la centrale Edison di Celano. Il cantiere è il più grande che verrà avviato nel 2019 nella Regione Abruzzo, avrà una durata di circa 24 mesi, con ricadute lavorative positive nell’indotto territoriale.

”Dopo circa 10 anni – afferma il sindaco di Celano Settimio Santilli – finalmente siamo giunti alla fine dell’iter burocratico ed amministrativo per la realizzazione di un’opera che ha una importanza strategica e di sviluppo primaria per l’intero territorio marsicano. La stazione elettrica, infatti oltre a servire i locali impianti fotovoltaici di Celano e Cerchio e quello eolico di Collarmele, permetterà primariamente di incrementare la sicurezza e l’efficienza della rete elettrica regionale e di tutto il Centro Italia, soprattutto in caso di forti criticità causate da importanti eventi metereologici o calamitosi. A tal proposito, venerdì 22 novembre nel corso del “Terna Incontra” presso la sala consiliare delle ore 10 alle ore 13, i cittadini potranno avere tutte le informazioni del caso sulle fasi dell’opera e le sue principali caratteristiche ed innovazioni.”

Alla realizzazione della stazione elettrica che ha avuto anche l’ultimo benestare della Regione Abruzzo, è legata anche la riqualificazione ambientale e urbanistica all’interno del Comune di Celano, dell’area dell’ex cava di estrazione in via Vestina, che ne permetterà la messa in sicurezza e la riqualificazione definitiva.

Sempre alla stazione elettrica, è legata anche la riqualificazione dell’area in Località Madonna delle Grazie antistante la scuola Media, in stato di degrado e abbandono assoluto da decenni, i cui lavori sono stati assegnati definitivamente e quindi prossimi alla partenza.

Verrà realizzato un parco urbano sensoriale, uno spazio oggi degradato e abbandonato che diventerà un luogo inclusivo, accogliente e di aggregazione, senza barriere architettoniche, dove chiunque potrà recarsi, un luogo di tutti, per ogni attività, per ogni esperienza, in grado di trasmettere l’educazione ambientale e le tematiche ecologiche attraverso la sorpresa e il gioco, in modo intuitivo per chi ha diverse capacità percettive, dai bambini, agli anziani, alle persone con disabilità. Il tutto anche coinvolgendo le scuole del territorio con percorsi didattici e laboratori, per farlo diventare un punto di riferimento per le associazioni che aiutano al recupero delle capacità motorie con percorsi di riabilitazione all’aria aperta. Con la messa a dimora di piante aromatiche e odorose si aiuterà la stimolazione olfattiva, aiuole di fiori colorati aiuteranno la stimolazione visiva, un percorso pedosensoriale porterà alla scoperta dei diversi materiali, dal legno alla sabbia fino alla corteccia degli alberi. Un parco tutto da vivere e realizzato per il benessere dei cittadini.