PROROGA DEL BLOCCO DEI PEDAGGI AUTOSTRADALI CHE RESTANO INVARIATI FINO AL 31 OTTOBRE 2021

CARSOLI – La battaglia portata avanti da oltre due anni, per gli aumenti delle tariffe dei pedaggi e la messa in sicurezza della A24/A25, grazie a una profonda intesa di collaborazione tra Sindaci e gli Amministratori di Lazio e Abruzzo, ha ottenuto il tanto atteso risultato: blocco fino alla data del 31.10.2021.

Comunicato stampa dei Sindaci ed Amministratori di Lazio e Abruzzo.

Esprimiamo tutta la nostra soddisfazione per l’ulteriore passo in avanti fatto nella battaglia che conduciamo da circa due anni sul “caro-pedaggi” e la messa in sicurezza della A24/A25.

Oggi c’è stata una ulteriore proroga del blocco dei pedaggi autostradali che restano invariati ai livelli del 31.12.2017 fino alla data del 31.10.2021. Questo risultato è il frutto di un grande lavoro di squadra e di collaborazione tra noi Sindaci e Amministratori di Lazio e Abruzzo, che abbiamo a cuore e difendiamo i nostri territori che si trovano già in situazioni difficili e di precarietà. Ci siamo riuniti per la prima volta a Carsoli il 3 gennaio 2018 per fare fronte comune e concordare una linea d’azione condivisa per bloccare i rincari del 12,89% scattati il 1 gennaio, che rappresentavano un’ulteriore penalizzazione dei nostri territori. Due anni di lotta con decine e decine di riunioni, missive ed istanze inviate a tutti i rappresentanti dei vari livelli istituzionali, di richieste negate di accesso agli atti, di incontri con i vari Ministri alternatisi alla guida del MIT, di proteste e manifestazioni in piazza e presso i caselli autostradali. Abbiamo dato voce al disagio e all’amarezza dei nostri cittadini che hanno dovuto subire l’ennesimo affronto perpetrato nei confronti dei nostri territori abbandonati dalle Istituzioni Centrali lontane da questa e da altre problematiche che li attanagliano. L’obiettivo comune è comunque quello di tutelare i territori rappresentati e di portare avanti una battaglia di civiltà lontana dalle logiche di partito o colore politico, ed arrivare all’ approvazione definitiva del Piano Economico Finanziario da oltre 3 miliardi di euro, già in Europa. Attendiamo comunque la convocazione del Ministro entro il 30 Novembre, come da accordi, per condividere il percorso amministrativo comune che dovrà portare al raggiungimento della soluzione strutturale con il blocco definitivo degli aumenti e la velocizzazione degli interventi per la messa in sicurezza dell’intera tratta autostradale.

La nostra battaglia non è finita, terremo alta la guardia con l’ obiettivo di difendere e tutelare i cittadini e i territori che rappresentiamo. Stiamo organizzando una iniziativa pubblica presso il Comune di Carsoli per il giorno 07/12/2019 alle ore 11:00. Tutti siete invitati a partecipare”. Uniti sempre e comunque a difesa dei nostri territori.

Ai nostri microfoni Velia Nazzarro : “Dopo anni di battaglie qualche cosa abbiamo ottenuto. Non sono stati anni semplici, ma ora siamo contenti. Ovviamente non né finita,  che sia ben chiaro, perché dobbiamo arrivare ad altre soluzioni, ma l’esito di oggi ci da’ ampio respiro.  Si resta perplessi sulla notizia pervenuta che tutti hanno votato tranne la Lega che ha deciso di astenersi. Bisogna sottolineare una importante considerazione,  questo è un provvedimento a favore dei territori, dell’Abruzzo e del Lazio.”

Grande soddisfazione espressa anche dall’on.le  Stefania Pezzopane promotrice dell’emendamento presentato. “Esteso per i prossimi due anni, fino a ottobre 2021, il blocco dell’aumento dei pedaggi per la A24 e la A25. Dopo aver ottenuto l’approvazione della mia riformulazione agli emendamenti al decreto Sisma che impediva la maggiorazione delle tariffe delle due autostrade già per un anno, arriva un nuovo e ulteriore successo a beneficio dei cittadini che già subiscono i disagi di vivere in zone colpite dai terremoti. Un nuovo emendamento da me proposto e recepito dalla Commissione prolunga ulteriormente il blocco degli aumenti. Un messaggio di evidente vicinanza a cittadini e Sindaci che si erano mobilitati. Ancora una volta il governo e questa maggioranza hanno dimostrato di essere attenti alle esigenze dei territori e alle preoccupazioni manifestate “A differenza di ciò che sostengono alcune forze politiche, la Lega non è affatto contro il congelamento dei pedaggi autostradali di A24 e A25”. Lo dice il deputato aquilano del partito, Luigi D’Eramo.

Per la correttezza che contraddistingue questa testata viene pubblicato anche il comunicato con la dichiarazione del deputato aquilano del partito della Lega, Luigi D’Eramo

“Il sub emendamento presentato dalla Lega e respinto dalla maggioranza – spiega D’Eramo – non toccava il congelamento delle tariffe autostradali, era volto semplicemente a chiarire un aspetto di natura tecnica e politica in relazione alle coperture finanziarie. La Lega resta ferma nella sua posizione: laddove esistono problemi di sicurezza i pedaggi non dovrebbero proprio essere pagati. Il nostro primario ed unico obiettivo è tutelare le esigenze ed eliminare i disagi che vivono gli abruzzesi a causa dei postumi del terremoto e di poter viaggiare in sicurezza nelle autostrade della nostra regione. Quanto alle polemiche sull’astensione al momento del voto, questa è stata la scelta del partito sul decreto nella sua interezza, non certo solo sull’emendamento-pedaggi. Un provvedimento vuoto e privo di risposte. Qualsiasi polemica su questo tema è inutile e strumentale”