VERSO IL G7: NOVITÀ E SINERGIE PER LO SVILUPPO E LA SUGGESTIVA FIERA SIGLANO IL SUCCESSO DELLE GIORNATE INAUGURALI

LUCO DEI MARSI – Si è conclusa con una giornata fortemente partecipata la fase inaugurale dell’evento “Verso il G7 dell’agricoltura e del cibo – laboratorio Futuro”, apertasi con successo il 28 novembre con la conferenza itinerante a tema: ““Dalla storia al futuro: viaggio nelle terre del lago”, che ha visto protagonisti studenti, imprenditori, CAI e Tavolo Verde, con la guida d’eccezione dello storico Ezio Burri e del direttore del consorzio di Bonifica, Abramo Bonaldi.

Nella giornata di sabato, 30 novembre, la sala consiliare gremita ha ospitato la tavola rotonda a tema: “Risorse, ambiente e tecnologie: la promozione e la valorizzazione dei prodotti fucensi, nuovi percorsi per il futuro –  ecosistemi per l’eccellenza, fondi europei, mercati, colture e innovazione, coltivare oggi il mercato di domani”, cui hanno preso parte, apprezzatissimi relatori, l’assessore all’Agricoltura al Comune luchese, anche vicesindaco, Giorgio Giovannone, Lorenzo Berardinetti, sindaco di Sante Marie  promotore del Distretto Rurale della Marsica e presidente dello Sportello Europa; Dario Bonaldi, presidente del Consorzio di Bonifica Ovest; Angelo Ferrari, Consiglio Nazionale delle Ricerche; Franco La Civita, esperto PSR; Vincenzo De Amicis, esperto Mercati e produzioni, i rappresentanti del Tavolo Verde, Franco Fina e Giulia Ciaffone, con i contributi della sindaca Marivera De Rosa e dei partecipanti al dibattito, e il coordinamento della giornalista Monica Santellocco.

Tanti gli agricoltori e gli imprenditori del settore presenti in sala, come anche i rappresentanti degli enti e della politica locale. Diverse le informazioni e le novità emerse nel corso dell’incontro, dall’attività del Consorzio di Bonifica, presente e futura, ai temi cruciali delle esigenze del mondo agricolo,  dall’ambiente alle nuove disposizioni in corso d’opera nelle sedi istituzionali europee, dall’accesso ai fondi ai modelli di sviluppo integrato e le vie per la loro realizzazione attraverso “Il fare Rete” tra enti, imprese, istituzioni, operatori e associazioni, essenziale per lo sviluppo del territorio; spunti e indicazioni che, come sottolineato dalla sindaca Marivera De Rosa in conclusione, “Ben rendono l’immagine della vitalità del nostro mondo agricolo e dell’imprenditoria locale, come anche delle altre componenti del nostro tessuto sociale ed economico, e  tracciano le prime linee delle proposte e delle idee che saranno sintetizzate nel G7, alla cui realizzazione poi operare attraverso l’ottimizzazione e la sinergia di risorse, competenze e ruoli”. La stessa Sindaca ha espresso piena soddisfazione per l’attenzione dedicata alle iniziative, anche da parte degli Organi regionali e provinciali, ricordando come gli eventi rivolti al mondo produttivo, del settore primario e dei servizi, come anche l’attenzione alla valorizzazione dei beni storico-culturali, messi in campo dall’Amministrazione, siano parte “Di un progetto di rivitalizzazione della nostra cittadina, dall’economia al sociale, complesso e a tratti arduo, ma che confidiamo porti buoni frutti per la nostra Comunità”.

Nel corso dell’incontro è stata annunciata la convenzione del Comune con lo Sportello Europa, che metterà a disposizione degli imprenditori agricoli strumenti e competenze per lo sviluppo delle aziende. Affollatissima e ricca di scorci suggestivi la storica Fiera di Sant’Andrea, per l’occasione arricchita di sezioni speciali, con esposizioni di prodotti fucensi e delle tipicità locali, dal miele ai prodotti ottenuti da grani antichi e biologici, alle golose preparazioni gastronomiche prodotte con gli ortaggi a chilometro 0 – nel corso della quale, con l’aperitivo contadino, si è tenuta la degustazione di prodotti fucensi e rivisitazioni dei piatti tradizionali – ma anche degli animali e delle macchine per l’agricoltura. Diverse le iniziative costituenti il percorso “Verso il G7”, in programma per le prossime settimane la conferenza itinerante nell’albero diffuso di Pizzoferrato.